Figlia morta | madre la chiude in casa per andare al pub | FOTO

Una donna va a divertirsi non curante di quanto sta accadendo da tempo a sua figlia morta infine per un qualcosa di evitabilissimo.

figlia morta incuria
Madre sotto accusa per la figlia morta dopo reiterati episodi di incuria Foto dal web

Una madre ha ricevuto delle accuse di incuria a causa della figlia morta in sua assenza. La donna aveva chiuso in casa l’adolescente Robyn Goldie, di 13 anni, tenendola sotto chiave ed accusandola di fingere. Ed aveva fatto questo per potere andarsene al pub per divertirsi. Ma al suo ritorno ha trovato la ragazzina accasciata su un divano, moribonda.

LEGGI ANCHE –> Bambino ucciso | minacce a lui e al padre | ‘Ucciderò tuo figlio’

Robyn lamentava da giorni dolori ovunque, ma la 45enne Sharon non le ha mai creduto. La vicenda assurda ha avuto luogo a Wishaw, in Scozia. Da quanto si è scoperto, la figlia morta di questa insensibile madre soffriva di una ulcera perforante allo stomaco. Che di certo non l’avrebbe uccisa se curata in tempo, come confermato dai medici. Il decesso della ragazzina è avvenuto poco dopo il ritorno di sua mamma a casa, mentre l’ambulanza stava correndo in direzione della loro abitazione. In tribunale la 45enne si è dichiarata colpevole di tutto quanto successo, ammettendo nei suoi confronti i capi di imputazione di trascuratezza e di maltrattamento verso la povera figlia. A settembre ci sarà il verdetto per questa triste vicenda.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Incidente stradale | papà accecato dal sole | muore il figlio di 6 anni

Figlia morta, la mamma l’ha rinchiusa in casa per andare a bere

Si apprende che da un anno circa la donna non si curava come avrebbe dovuto della figlia. In qualche circostanza la ragazzina si era ridotta a chiedere l’elemosina per mangiare. Ma ci sono altri episodi passati che non giocano a favore della madre. Una volta venne trovata ubriaca con Robyn che aveva soltanto pochi anni. La 13enne alla fine se n’è andata a vivere dalla nonna, come disposto dai giudici. Questo è avvenuto dal 2011 al 2017, quando poi la giovanissima si era ricongiunta con la madre. I servizi sociali avevano offerto più volte alla donna di partecipare a dei corsi per imparare ad essere dei buoni genitori, ma quest’ultima ha sempre rifiutato.

LEGGI ANCHE –> Muore al supermercato | i colleghi nascondono il corpo in corsia | FOTO

Diversi i precedenti di maltrattamenti a carico della donna

Nel frattempo continuava a bere, senza mai fare niente per curare questo suo vizio. Poi la povera vittima aveva sofferto di una infestazione di pulci e la loro casa puzzava di urina di gatto. Lei era trasandata ed eccessivamente magra e curava la sua igiene alla meno peggio. Dei testimoni hanno riferito di avere sentito la donna lamentarsi della figlia, dicendosi stufa di quest’ultima e desiderando che tornasse dalla nonna. Non mancano anche attestati episodi di violenza domestica. La morte della adolescente è avvenuta il 26 luglio 2020. La causa è da ricondurre ad una peritonite scatenata da una ulcera perforante.

LEGGI ANCHE –> Viviana Parisi, la ricostruzione: salita sul traliccio per cercare Gioele