Paola Perego, il dramma del figlio in attesa di un tampone per il Coronavirus

Il Coronavirus continua ad essere molto presente in Italia con un aumento di casi positivi: il figlio di Paola Perego aspetta il tampone

Paola Perego

Ancora tanta paura in Italia per quanto riguarda i numerosi casi positivi di Coronavirus ancora presenti sul territorio italiano. Il figlio di Paola Perego ha lavorato nelle discoteche in questo periodo e così il marito della donna, Lucio Presta, si è lasciato andare in uno sfogo con un lungo post su Facebook in cui ha denunciato il malfunzionamento della gestione dei casi: “Il figlio di mia moglie è uno dei 2 Dj delle serate in Sardegna ed Argentario. Gli comunicano che alcuni dei partecipanti, gli organizzatori e l’altro Dj risultano positivi al Covid, applica protocollo e chiama il medico di base, che prescrive il tampone”. Poi ha aggiunto: “Chiama lo Spallanzani per dare dati e chiede che gli venga fatto un tampone. Risposta: ‘La chiamiamo noi’ e non si sente più nessuno, allora richiama e gli dicono vada in fila al Drive In più vicino per fare tampone…”.

Leggi anche –> Paola Perego lascia tutti senza parole: “Non devo aggiungere altro”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Paola Perego, quanta paura!

Al momento il tampone non è ancora arrivato con numerosi litigi ed incomprensioni: “Dopo sei ore di fila, arrivano le ore 20 e si deve chiudere. Così gli dicono ‘torni domani, anzi lei non dovrebbe uscire di casa perché potenziale positivo’. Lui risponde ma io ho chiamato e mi hanno detto di venire qui, ‘ok va bene torni domani mattina alle 8.30′”.

Infine, ha concluso: “Siamo al quarto giorno, chiudere subito discoteche! Perfetto, ma intanto questo ragazzo che ha seguito il protocollo che voi avete previsto in questi casi, che deve fare? Interessa a qualcuno o facciamo un po’ come cavolo ci pare? Vogliamo accertare che lui e gli altri possano essere certi se sono positivi o no, e comportarsi come si deve a seconda del caso? Anche stavolta ci vorrà un pizzico di fortuna e tanta pazienza”.