Insegnante abusa di alunno | succede in un parcheggio | lui ha 14 anni

Una insegnante e un alunno hanno un rapporto carnale in auto nel parcheggio. Ad organizzare tutto quanto è lei, ora rischia grosso.

insegnante alunno
Rapporto insegnante alunno in un parcheggio Foto dal web

Una insegnante è accusata di avere portato un suo alunno adolescente e di avere consumato un rapporto carnale con lui all’interno di un parcheggio. Lei si chiama Monica Elizabeth Young e ha 23 anni, mentre il ragazzino è un 14enne.

LEGGI ANCHE –> Leslie Bushart, insegnante 49enne: abusi su un alunno minorenne

La vicenda arriva dall’Australia, con anche delle riprese estrapolate da una telecamera di sicurezza che fanno da prova schiacciante contro la professoressa pedofila. Le immagini mostrano chiaramente come la Young entri nel parcheggio in questione a bordo della sua auto. Poi però non si riesce a distinguere cosa avviene all’interno dell’abitacolo. E l’imputata nega qualsiasi addebito a suo carico. La donna è fidanzata e ha in programma di sposarsi a breve. Ma uno studente, coetaneo del 14enne sottoposto a sevizie carnali, sostiene di avere visto la docente incoraggiare il suo giovanissimo amante ad infilare una mano nei suoi collant, in classe. Lei stessa avrebbe preso la mano del ragazzino ponendola sulla sua coscia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Professoressa che abusa di una sua alunna | le due hanno 63 e 16 anni

Insegnante circuisce alunno, lei ha 23 anni e lui solo 14

E la 23enne avrebbe anche inviato una foto su Snapchat al proprio alunno, nella quale si fa ritrarre sul letto. Si tratta molto probabilmente di un selfie, accompagnato dalla scritta “Ti sto aspettando”. Tuttavia la difesa dell’imputata riferisce che non ci sono prove che dimostrino la colpevolezza della propria assistita. La madre del ragazzino si è insospettita e la professoressa, per non essere scoperta, avrebbe cambiato la sua identità su Snapchat in quella di un adolescente. Secondo il giudice però ci sono degli indizi importanti a carico della donna. Attualmente la stessa è libera su cauzione, dopo il pagamento di oltre mezzo milione di euro. Ma subito dopo è arrivata una sentenza di arresti domiciliari, dopo che per un mese era stata in un carcere femminile. Il caso verrà dibattuto nuovamente il prossimo 2 settembre.

LEGGI ANCHE –> Scandalo università | rapporti con le studentesse in cambio di esami | FOTO

Gestione cookie