Coronavirus, nuovo vertice di governo: ecco le attività che saranno chiuse

Il governo ha convocato le Regioni e proprio in questi minuti sta decidendo sulle nuove misure. Discoteche verso la chiusura in tutta Italia.

Il costante aumento dei contagi e dei ricoveri, specie di pazienti giovani, hanno indotto il governo a non aspettare oltre. Alle ore 16 di oggi è stata convocata dal ministro degli Affari regionali Francesco Boccia una riunione con i governatori che potrebbe concludersi con la decisione di chiudere da subito in tutta Italia discoteche e locali nei quali si tengono serate danzanti, dalle sale da ballo ai lidi.

Leggi anche –> Coronavirus 15 agosto: nuovo record, oltre 600 casi in 24 ore

Leggi anche –> Coronavirus, lo sfogo di un infermiere: “Tanto a voi cosa frega”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il giro di vite dopo gli ultimi dati sul Coronavirus

Finora solo la Calabria e la Basilicata hanno chiuso le discoteche, ma la curva dei contagi da Coronavirus è in netto peggioramento e il governo ha come priorità la riapertura delle scuole a settembre: di qui le nuove probabili restrizioni, sollecitate tra l’altro dal coordinatore del Cts Agostino Miozzo e dall’assessore regionale alla Salute del Lazio D’Amato.

In caso di chiusura il governo ha già pronto un provvedimento di indennizzo dei guadagni perduti (per il momento sul tavolo ci sono 100 milioni di euro), ma il Silb (sindacato italiano locali da ballo) non nasconde la preoccupazione, spiegando che per le discoteche “sono a rischio quattro miliardi di euro” (a tanto ammonta il fatturato annuale di questi esercizi in Italia). “Ad oggi solo il 10% dei circa 3.500 locali ha riaperto ed è questo che crea problemi?”, domanda Gianni Indino, presidente del Silb Emilia-Romagna, che avverte: “Da domani si rischierà di più con l’abusivismo”. Si preannuncia una fine estate più calda che mai.

Leggi anche –> Anthony Fauci, le 5 regole fondamentali da rispettare per il Coronavirus

EDS