Cancro all’intestino | per mesi il medico gli dice che è solo un’ulcera

0
3

Un uomo è preda di dolori tremendi all’addome, la colpa era di un cancro all’intestino in fase avanzata. Il medico non si accorge di niente.

cancro all'intestino
Scoperta drammatica di un cancro all’intestino per un uomo Foto dal web

Un uomo affetto da cancro all’intestino aveva iniziato a soffrire di forti dolori con pesanti conseguenze per il suo fisico. Il diretto interessato ha svelato che il suo medico curante per mesi non si era accorto della presenza dell’orribile male, pur essendo la malattia al quarto stadio.

LEGGI ANCHE –> Ragazza muore a 15 anni dopo un intervento odontoiatrico di routine

Lui è un padre di famiglia di 38 anni, con due bambini e suo nonno morì ai tempi per la stessa malattia. Lui era andato a farsi controllare su impulso della moglie, preoccupata per i forti dolori addominali che lo avevano colpito e nonostante una prima diagnosi aveva portato a ridurre il tutto ad una semplice colica. Invece si trattava di un cancro all’intestino estremamente aggressivo e che andava rimosso immediatamente. Per fortuna Mark, questo il nome dello sventurato protagonista della vicenda, è sopravvissuto ed oggi ha 41 anni. Nei successivi sei mesi ha svolto otto cicli di chemioterapia, convivendo anche con alcuni sgradevoli effetti collaterali, come sensibilità al freddo, formicolio persistente alle mani ed altro. E prima della scoperta del cancro Mark ebbe dolori atroci allo stomaco e letargia.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Malore durante il calcetto: “Non è niente”, ma poco dopo muore a 35 anni

Cancro all’intestino, per un medico era solo un’ulcera: “Sei troppo giovane per avere un tumore”

La primissima diagnosi che ricevette fu ulcera, in una clinica privata. Il giorno dopo invece il suo medico di base parlò di colica. Infine sua moglie Sophie costrinse Mark ad andare in ospedale e qui avvenne la scoperta tremenda, alla quale aveva fatto seguito una operazione di emergenza. Il dottore si è giustificato dicendo di non pensare che, a soli 38 anni, l’uomo potesse avere una malattia di questa portata. Eppure sintomi improvvisi e repentini come sangue nelle feci, perdita di peso inspiegabile, stanchezza improvvisa e simili dovrebbero fare da spia e persuadere i soggetti coinvolti a farsi visitare subito. Il fatto di escludere una patologia considerando il solo fattore età è un comportamento sbagliato, da parte di un professionista del settore sanitario.

LEGGI ANCHE –> Gemelle siamesi unite alla testa: storica operazione al Bambin Gesù