Andrea Delogu: “Ho scoperto il Vangelo, Gesù è interessante”

0
4

Parla la conduttrice televisiva Andrea Delogu, che su Instagram spiega: “Ho scoperto il Vangelo, Gesù è interessante”.

(Instagram)

Moglie dell’attore Francesco Montanari, lanciato dalla serie tv Romanzo Criminale, Andrea Delogu è ormai una presenza fissa nelle trasmissioni Rai e quest’estate è giunta per lei addirittura l’occasione per la conduzione di un programma importante come La Vita in diretta Estate, su Raiuno.

Leggi anche –> Il dramma di Andrea Delogu: “La droga stava uccidendo i miei genitori”

La giovane donna, in queste ore, ha voluto lanciare su Instagram, dove è molto seguita, un messaggio che è anche un momento di riflessione e condivisione. Ha spiegato di aver trovato in un albergo, mentre era in vacanza, una copia del Vangelo.

Leggi anche –> Andrea Delogu, dramma della droga: l’eroina, i genitori, San Patrignano

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le parole di Andrea Delogu su Gesù e Vangelo

Andrea Delogu

Sostiene Andrea Delogu: “Ammetto che non l’avevo mai letto, ho sempre fatto finta a catechismo e soprattutto quando me lo spiegavano a scuola usavano sempre quei toni da predica”. Per lei è stata una scoperta di un “testo interessantissimo” ed è balzato agli occhi che “Gesù prima di fare ogni miracolo domandava al richiedente se credeva che lui fosse in grado di compierlo quel miracolo, alla risposta affermativa, sottolineava che la sua fede l’aveva guarito”.

La conduttrice sottolinea ancora: “Ora, crederci o non crederci non è il punto, il punto è che bisognerebbe smettere di parlare per sentito dire e leggere e studiare prima di riempirsi la bocca di divieti morali. Mi son sentita ingannata come quando ho scoperto che la risata di Eddie Murphy in lingua originale non c’entrava nulla con quella che conoscevo”, chiude la nota presentatrice televisiva.

View this post on Instagram

Ragazzi post serio di condivisione d’idee: l’altro giorno in un hotel ho trovato il Vangelo (e me lo sono letto in spiaggia al posto di fare la settimana enigmistica) , ammetto che non l’avevo mai letto, ho sempre fatto finta a catechismo e soprattutto quando me lo spiegavano a scuola usavano sempre quei toni da predica e non da “Oh ma sapete che è successo?” che mi disinteressavo all’istante. Bene, l’ho trovato e ho cominciato a sfogliarlo è un testo interessantissimo, la cosa che mi è saltata all’occhio è come viene filtrato in modo crudele e bacchettone nei secoli ogni passaggio per farne un bavaglio per il popolo. Ne ero già a conoscenza ma così è davvero tanto eh. E sopratutto che Gesù prima di fare ogni miracolo domandava al richiedente se credeva che lui fosse in grado di compierlo quel miracolo, alla risposta affermativa, sottolineava che la sua fede (sua del richiedente) l’aveva guarito. Ora, crederci o non crederci non è il punto, il punto è che bisognerebbe smettere di parlare per sentito dire e leggere e studiare prima di riempirsi la bocca di divieti morali. Mi son sentita ingannata come quando ho scoperto che la risata di Eddie Murphy in lingua originale non c’entrava nulla con quella che conoscevo.

A post shared by Andrea Delogu (@andrealarossa) on

andrea delogu