Viviana Parisi, il dubbio su Gioele: stanno cercando nel posto sbagliato?

Continuano senza sosta le ricerche del piccolo Gioele, il bimbo di 4 anni scomparso insieme a Viviana Parisi nel messinese.

Si è appena conclusa l’ottava notte di ricerche per il piccolo Gioele. Il bimbo è scomparso insieme alla madre, poco dopo che i due avevano avuto un incidente d’auto sull’autostrada Messina-Palermo. Il corpo della madre, la Dj Viviana Parisi, è stato trovato venerdì nei boschi di Carona (Messina), il volto era totalmente decomposto ed il riconoscimento è avvenuto tramite la fede che portava al dito.

Leggi anche ->Giallo Viviana Parisi: anche una sensitiva per cercare Gioele

Gli investigatori stanno cercando di capire come Viviana sia finita in quel luogo. Per arrivarci, infatti doveva scavalcare una recinzione abbastanza alta e attraversare un canalone di almeno due metri. Ancora poco chiare le circostanze della morte, si pensa possa essere morta perché folgorata da dei fili elettrici, o perché caduta da un traliccio, ma non si esclude nemmeno il morso di una vipera. La causa del decesso verrà compresa dopo l’autopsia, prevista tra oggi e domani.

Leggi anche ->Viviana Parisi morta, la cognata: “Perché ci hanno messo 4 giorni a trovarla?”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Viviana Parisi: che fine ha fatto Gioele?

Nel frattempo continuano senza sosta le ricerche del piccolo Gioele. I soccorritori hanno controllato ogni anfratto, persino nei canaloni e nei pozzi della zona. Al momento, però, i cani non hanno trovato una pista e non è stato ritrovato nemmeno un brandello di vestito o un indizio che possa indicare dove si trovi il piccolo. Proprio l’assenza di una qualsiasi traccia ha messo il dubbio ai soccorritori che il bimbo possa in realtà trovarsi in un’altra zona. Si valuta l’ipotesi che Viviana possa averlo lasciato prima di incamminarsi tra i boschi di Carona, e addirittura prima che avesse l’incidente.

Quest’ultima ipotesi, però, sarebbe smentita dalle testimonianze dei due uomini che hanno chiamato i soccorsi dopo aver notato l’incidente. Questi, infatti, hanno raccontato di aver visto una donna che scavalcava i guardrail insieme ad un bambino. Ma cosa è successo allora in quei giorni? Gli investigatori non escludono la pista dell’omicidio-suicidio, ma nemmeno quella che porterebbe ad un’inseguitore dal quale la donna stava scappando. Il misterioso inseguitore potrebbe dunque essere colui il quale ha ucciso la donna. Ma in quel caso cosa ne ha fatto di Gioele? L’ha rapito o ha ucciso anche lui?