Coronavirus, Putin registra il primo vaccino: “Provato su mia figlia”

0
3

Con un annuncio a sorpresa, Vladimir Putin ha dichiarato di aver registrato il primo vaccino per il Coronavirus.

L’evoluzione dei contagi di Coronavirus in Europa fanno temere che ci possa essere una seconda ondata non controllabile. Praticamente tutte i Paesi attorno all’Italia hanno sviluppato una diffusione dei contagi preoccupante e ci vorrà tanta attenzione affinché i focolai che ci sono da noi rimangano non pericolosi. Con una situazione di tensione così alta è chiaro che il primo pensiero di tutti vada al vaccino. Qualche giorno il premier Conte si è detto speranzoso sulla possibilità che le prime dosi giungano entro fine anno, ma anche che non vi è certezza in tal senso.

Leggi anche ->Vaccino Coronavirus | dagli USA | ‘Pronto entro ottobre’

A tal proposito, l’esperto dell’ospedale Sacco, Massimo Galli, ha detto chiaramente che a suo avviso per il vaccino bisognerà attendere il 2021. Insomma sembra che per il momento in occidente non ci sia possibilità di avere una vaccino valido e sicuro prima del 2021. A sorpresa nelle scorse ore, però, il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato di aver registrato il primo vaccino anti-covid al mondo.

Leggi anche ->Vaccino Covid, Giuseppe Conte: “Obbligatorio? Non penso debba esserlo”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Vaccino Covid: Putin in Russia registra il primo

La notizia giunge come un fulmine a ciel sereno, visto che secondo le informazioni in possesso i laboratori che si occupavano di testare il vaccino erano ancora alla fase 2. Putin tuttavia rassicura i propri cittadini spiegando che i test hanno dato esiti positivi e che non c’è da preoccuparsi. Il leader russo spiega inoltre che il vaccino è stato inoculato in una delle due figlie e che la ragazza al momento sta molto bene. Dopo l’annuncio alcuni esperti si sono mostrati scettici sull’effettiva efficacia del vaccino ed anche sulla sua sicurezza. La fase 3, infatti, serve proprio per testare l’efficacia del vaccino su ampia scala e comprendere se ci sono delle controindicazioni per la salute.