Giallo Viviana Parisi: anche una sensitiva per cercare Gioele

0
6

Parla a sensitiva che collabora alle ricerche del piccolo Gioele: anche lei per cercare il bambino, figlio di Viviana Parisi.

Viviana Parisi e il figlio Gioele

Sono passate oltre 48 ore dal ritrovamento di Viviana Parisi, la giovane mamma scomparsa col figlio Gioele, poco dopo un incidente senza gravi conseguenze avvenuto sulla Palermo-Messina. Lo schianto era avvenuto nei pressi di Caronia e la donna si sarebbe allontanata a piedi dal luogo dell’incidente.

Leggi anche –> Viviana Parisi sparita col figlio: trovato cadavere sul luogo della scomparsa

Nel pomeriggio di sabato il tragico epilogo: la mamma e dj era stata rinvenuta morta nella boscaglia, non distante dal luogo dell’incidente. Il suo volto era irriconoscibile. Nessuna traccia invece del piccolo Gioele.

Leggi anche –> Mamma dj trovata morta: ancora nessuna traccia di Gioele

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La sensitiva che collabora alle ricerche del piccolo Gioele

In queste ore, ha parlato anche il compagno della donna e papà del piccolo, Daniele Mondello, il quale si dice certo che la moglie non abbia ucciso il figlio per poi togliersi la vita. Particolarmente commosse le testimonianze dei Vigili del fuoco che cercano in queste ore il piccolo Gioele. Alle ricerche parteciperebbe anche una sensitiva, Rosa Maria Laboragine.

La donna avrebbe dato alcune indicazioni, al vaglio degli inquirenti: “Hanno entrambi gli occhi chiusi, vedo acqua e medicine. Cercate vicino all’acqua. Vedo anche una borsa marrone e la donna con una macchia nera nella testa, come se avesse avuto un black out. Ha fatto un gesto volontario, non vedo un fattore esterno ed il bambino potrebbe trovarsi poco lontano. Il marito non ha nessuna colpa, la signora ha avuto un blocco mentale dopo l’incidente. Un qualcosa che deve averla molto scossa”.