Grave lutto per Carlo Conti, se ne va l’amico di una vita

Grave lutto per Carlo Conti, se ne va l’amico di una vita. Il conduttore televisivo lo ha ricordato attraverso un post sui social. Si è spento oggi, citando le parole del presentatore, “Un pezzo di storia delle radio libere fiorentine”.
Carlo Conti

Il presentatore televisivo ha voluto mostrare tutto l’affetto per il suo amico, e la commozione per la sua grande perdita, attraverso i social. E’ morto oggi Vincent Dj, professionista nel mondo della radio, aveva lavorato per oltre 40 anni in questo settore.

Leggi anche –> Roberto Baggio, grave lutto per l’ex calciatore – VIDEO

Potrebbe interessarti anche –> Vasco Rossi, grave lutto: “Nessuno muore mai completamente”

Leggi anche –> Grave lutto per Ligabue, il cantante disperato per la sua morte

Grave lutto per Carlo Conti, si è spento oggi l’amico di una vita

Lo ha ricordato attraverso i social. E’ stato infatti attraverso un post su Instagram che Carlo Conti ha omaggiato quello che lui stesso ha definito “un grande uomo, un grande dj, un grande esperto musicale”. E’ morto oggi Vincent Dj, grande amico del presentatore televisivo. I due, oltre a condividere una grande amicizia, si erano trovati anche a lavorare insieme nel settore radiofonico.

Se vuoi conoscere tutte le notizie in tempo reale CLICCA QUI

Era stato sul finire degli anni Sessanta che la sua carriera aveva preso avvio nei locali fiorentini più in voga del momento. Così Vincent Dj aveva iniziato a lavorare all’Otto club, in via Salsetti e al Club 67. Fino al 1974, quando Vincent Dj aveva inventato Radio One, per poi passare a collaborare con Lady Radio, sotto la direzione proprio di Carlo Conti, e con Radio Blu, dove aveva presentato il suo programma musicale di grande successo Discomania. Aveva aperto anche un proprio negozio di dischi, dopo una gavetta professionale nello stesso ambito, e gli aveva dato lo stesso nome del suo programma, Discomania appunto, in via Cerretani. Negozio che possedeva e andava alla ricerca di pezzi anche inediti per quell’epoca.


Carlo Conti