Bambina di 8 anni muore, la madre surrogata si era rifiutata di abortire

0
6

Una bambina di 8 anni è deceduta, la madre surrogata che le ha dato la vita si era rifiutata di abortire, nonostante i genitori le avessero offerto dei soldi per farlo.

Tragica sorte per la piccola Seraphina Harrell, morta pochi giorni dopo il suo ottavo compleanno. La piccola era nata con diversi difetti congeniti da una madre surrogata, Crystal Kelley, che ha deciso di portare avanti la gravidanza nonostante nell’ecografia già risultassero le condizioni della bambina.

LEGGI ANCHE -> Bambina morta | crisi epilettica e respiratoria la uccide a 3 anni

LEGGI ANCHE -> Sparatoria a Miami: dichiarata morta cerebralmente una bambina di 7 anni

Crystal Kelley aveva deciso di portare avanti una gravidanza per una coppia che non riusciva ad avere figli, ma si è rifiutata di terminare la gravidanza nel 2012, nonostante i genitori biologici le avessero offerto ottomila sterline per avere un aborto. La giovane madre surrogata si è trasferita dal Connecticut al Michigan, dove la legge le ha permesso di essere riconosciuta come la madre di Seraphina. La bambina è nata con una rara condizione di eterotassia, in cui c’è un’inversione anomala degli organi interni, in questo caso dello stomaco e del fegato. Inoltre, soffriva anche di problemi cardiaci e di oloprosencefalia, una malformazione celebrale. Poco dopo la nascita, la piccola è stata adottata dalla famiglia Harrell in Massachusetts e di lei la madre Rene dice che ha avuto “una vita felice“.

LEGGI ANCHE -> Bambina annegata in piscina | il padre pregiudicato camorrista | FOTO

Tragica fine per la piccola Seraphina Harrell

Nella sua vita ha avuto molta gioia ed è stata in grado di trasmetterla agli altri in maniera inaspettata“, racconta il padre Thomas Harrel. Molti dottori erano stupefatti di come, nonostante le diverse condizioni cliniche della bambina, Seraphina fosse stata in grado di ottenere risultati così importanti. Nella sua breve vita la piccola ha dovuto sottoporsi a tre importanti interventi cardiaci e altre procedure mediche minori ed è morta a seguito di alcune complicazioni dopo un’operazione necessaria. I suoi cari dicono di lei che “aveva una personalità fortissima, non dovevi mai immaginare cosa stava pensando o provando. Per una bambina che non poteva parlare, sapeva decisamente come farsi capire“.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!