Ponte Genova, prime code e rallentamenti… a causa dei selfie

0
5

Il nuovo Ponte di Genova è finalmente in funzione e le due parti della città sono nuovamente collegate. Le prime code si sono formate a causa dei selfie.

Lunedì 3 agosto le massime cariche dello Stato, il sindaco di Genova, Presidente della Regione Liguria e l’architetto Renzo Piano hanno presenziato all’inaugurazione del nuovo Ponte di Genova. A distanza di quasi due anni dalla tragedia del Ponte Morandi in cui hanno perso la vita 43 persone, la città ligure può finalmente ripartire e girare pagina.

Leggi anche ->Ponte Genova inaugurazione: diretta tv, ospiti e polemiche

Nessuno dimenticherà mai cosa è successo e chi è intervenuto ha sottolineato che una disgrazia di quel tipo non dovrà mai più ripetersi, ma il nuovo ponte è importante a livello sociale e commerciale per la città. Già da ieri auto e camion si sono riversate sulla struttura, donando a quello che per mesi è stato solo un cantiere e luogo simbolo di una disgrazia senza precedenti una nuova normalità.

Leggi anche ->Genova, il numero 43 tra le nuvole durante l’inaugurazione del nuovo ponte

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Ponte Genova: prime code e rallentamenti

Con il traffico intenso sono cominciate anche le prime code ed i primi rallentamenti. A causarli sono i principali snodi, quello per l’aeroporto, quello per l’ingresso sulla A7 (Genova-Milano) e quello in prossimità di Pegli, dove ci sono dei lavori in corso che restringono la carreggiata ed hanno causato due chilometri di coda. A queste tradizionali ragioni di incolonnamento, ieri se n’è aggiunta una insolita, le auto che rallentavano perché gli automobilisti si volevano scattare dei selfie sul nuovo ponte.

Significato Creuza De Ma canzone ponte Genova San Girogio