Mascherina | altra grave aggressione | pestaggio con mazze da baseball

Cronaca mascherina aggressione: un uomo viene colpito fino a perdere i sensi e rimedia ferite assai gravi dopo avere chiesto ad uno sconosciuto di rispettare le regole.

mascherina
Altra aggressione per via della mascherina FOTO Getty Images

Un uomo viene pestato brutalmente dopo avere chiesto a due individui di indossare la mascherina. L’aggressione è accaduto a Soisy-sous-Montmorency, piccolo centro alle porte di Parigi, all’interno di una lavanderia.

LEGGI ANCHE –> Passeggeri senza mascherina in aereo, rissa sul volo diretto a Ibiza

L’individuo in questione è stato colpito con delle mazze da baseball da due sconosciuti che hanno reagito immediatamente con le cattive alla sua più che legittima richiesta di rispettare le regole per impedire la diffusione del virus. E purtroppo questo è solo l’ultimo di una serie di innumerevoli episodi che hanno riguardato il non utilizzo della mascherina. La vittima di cotanta brutalità è un padre di famiglia di 44 anni, che per fortuna si è ripreso nonostante le ferite importanti rimediate. Lui stesso racconta che si trovava con i suoi due figli di 5 e 7 anni e di avere chiesto ad uno sconosciuto di mettere la maschera a protezione di bocca e naso.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Mascherine | obbligatorio l’uso nei luoghi pubblici al chiuso per tutto agosto

Mascherina aggressione, ancora un episodio inaudito di violenza

Questi ha risposto in malo modo e dopo una discussione, si è allontanato. Per poi tornare però qualche istante dopo con due amici armati di mazze da baseball. C’erano solo loro nella lavanderia e le violenze hanno avuto luogo in modo indiscriminato, senza nessuno che aiutasse l’uomo. Successivamente gli aggressori hanno fatto tranquillamente il bucato per poi andarsene. Il 44enne invece ha rimediato un forte trauma cranico e lesioni a braccia e gambe. I suoi figli sono ancora traumatizzati da quanto hanno visto. A luglio un conducente di autobus è rimasto ucciso dopo tre giorni di coma, dopo essere stato selvaggiamente picchiato da un gruppo di ragazzini. Anche a loro il conducente aveva chiesto di indossare la mascherina. Relativamente a questo fatto, le forze dell’ordine hanno fermato i presunti autori materiali del pestaggio ed anche altri tre individui, accusati di favoreggiamento e di omissione di soccorso.

LEGGI ANCHE –> Pestaggio autobus | donna senza mascherina picchia la conducente