Jeffrey Epstein: il padre dell’ex fidanzata sapeva che era un pedofilo, ma non disse mai nulla

Continuano ad arrivare notizie sul caso Jeffrey Epstein. Questa volta è il padre della fidanzata ‘segreta’ a parlare, rilasciando scioccanti dichiarazioni.

Nuove e importanti dichiarazioni arrivano a fare da contorno al caso Jeffrey Epstein. Questa volta è il padre della fidanzata “segreta” a parlare. L’uomo ha infatti recentemente ammesso che la famiglia sapeva della frequentazione della figlia con l’imprenditore accusato di pedofilia e traffico minorile. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul caso.

Leggi anche->Chi è Jeffrey Epstein: vita e carriera dell’imprenditore suicida accusato di pedofilia

Shelley Anne Lewis, una bellissima donna di 43 anni, ha avuto una relazione amorosa della durata di circa tre anni con il miliardario americano, morto ufficialmente suicida in un carcere negli Usa. La frequentazione tra i due ha avuto luogo nello stesso periodo in cui il Principe Andrew d’Inghilterra è stato accusato di abusi sessuali da una delle vittime del traffico sessuale di Epstein, Virginia Roberts.

Leggi anche->“Jeffrey Epstein: Filthy Rich”, quando uscirà la nuova docuserie Netflix

Il padre della Roberts, Brian Lewis, di 71 anni, ha dunque recentemente ammesso che la famiglia era a conoscenza del fatto che uscisse con il pedofilo.
È stato il MailOnline a porgere la fatidica domanda, alla quale Brian ha replicato: “È una domanda difficile a cui rispondere”. L’uomo ha poi continuato: “Dal momento in cui si trattava di una giovane ragazza, sapevamo che si frequentava con qualcuno a New York”. La conferma è arrivata in seguito con la frase successiva, che ha chiarito tutti i dubbi: “Quindi sì, lo sapevamo“.

Leggi anche->Psichiatra pedofilo scoperto con più di 2mila foto non andrà in galera

La Lewis è cresciuta nelle campagne del Cheshire e, una volta adulta, ha trovato lavoro nel dipartimento di arte contemporanea della casa d’aste Christie’s, a New York. È proprio lì che, all’età di soli 22 anni, ha conosciuto e successivamente iniziato a frequentare Epstein. correva l’anno 1999 e, stando alle dichiarazioni, la relazione è andata avanti fino al 2002. Non esistono prove o sospetti che dimostrino che la signora Lewis fosse a conoscenza dei reati commessi dall’ex, o che abbia collaborato in qualche modo alla loro realizzazione.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Caso Jeffrey Epstein: la comparsa della figura di Shelley Lewis

Shelley Lewis, che attualmente si divide tra le città di Londra e New York, non ha ancora rilasciato particolari dichiarazioni in merito all’argomento. Sicuro è che il suo aiuto potrebbe essere fondamentale ai procuratori, impegnati al momento nella causa contro Ghislaine Maxwell. La donna di 58 anni sarà processata negli Stati Uniti il prossimo Luglio. Quest’ultima ha addosso l’accusa di aver procurato le ragazze ad Epstein e di aver collaborato con lui nella realizzazione dei suoi reati.