“Benedetto XVI è gravemente malato”: lo rivela il biografo del Papa Emerito

Peter Seewald, biografo del Papa Emerito, ha rivelato che Benedetto XVI è gravemente malato dal giorno in cui è morto il fratello George.

L’ultimo viaggio di Papa Benedetto XVI è stato quando è andato a trovare il fratello George Ratzinger a Ratisbona. Pochi giorni dopo il Cardinale tedesco è venuto a mancare e il Papa Emerito non si è presentato alla cerimonia funebre. In quella occasione, infatti, ha dato mandato al suo segretario personale di leggere le ultime parole in memoria del fratello. Una scelta che è sembrata insolita e che in queste ore è diventata maggiormente chiara.

Leggi anche ->Benedetto XVI fa pressione su Papa Francesco: “Il celibato è indispensabile”

Nel corso del meeting con la stampa per la presentazione della biografia su Joseph Ratzinger, il biografo Peter Seewald ha infatti rivelato che il Papa Emerito non è in perfette condizioni di salute. Apprendiamo che Benedetto XVI è affetto da un doloroso herpes oftalmico sin da quando ha fatto ritorno dal viaggio a Ratisbona. La malattia non gli permette di muoversi tranquillamente, né di continuare il suo costante lavoro di scrittura. Il biografo ha inoltre aggiunto che la sua mente è vigile, ma il suo corpo è debole e riesce a malapena a parlare.

Leggi anche ->Lutto nella Chiesa: morto il fratello di Papa Ratzinger – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Benedetto XVI positivo: ha voglia di tornare a scrivere

Nonostante le condizioni fisiche non siano delle migliori, Benedetto XVI si mostra positivo e non appena il fisico glielo consentirà riprenderà il suo lavoro di ricerca e scrittura. A rivelarlo è lo stesso Seewald. Lo scrittore ha pubblicato con la collaborazione del Santo Padre ben 4 libri intervista con il Papa Emerito, a cui si aggiunge questa ultima biografia, la più completa e dettagliata sulla vita del pontefice tedesco. La presentazione dello scritto era prevista per i primi mesi dell’anno, ma poi l’emergenza Coronavirus l’ha fatta slittare diverse volte.

Ratzinger in carrozzina