Morto Mario Marchesini, tragico incidente a Bologna: cinque vittime

Sale a cinque il bilancio delle vittime dell’incidente avvenuto lo scorso 6 giugno in provincia di Bologna. Dopo 54 giorni di sofferenza è morto Mario Marchesini.

Quasi due mesi dopo il tragico avvenimento, sale a cinque il bilancio delle vittime dell’incidente di Amola a Crevalcore accaduto il 6 giugno scorso. Dopo 54 giorni di sofferenza e numerosi interventi ha perso la vita Mario Marchesini, l’uomo che la notte dell’incidente era seduto ai tavolini di un bar sulla provinciale 568. Marchesini, 69 anni, agricoltore in pensione, era rimasto gravemente ferito da alcuni frammenti di lamiere volati via dalle auto coinvolte nell’incidente. La stessa notte avevano perso la vita i gemelli Yosri e Yasser Souaaieh (20 anni), Ben Belgacem Nadhem (21 anni) e la piccola Jessica Galantino (9 anni).

Potrebbe interessarti leggere anche –> Incidente mortale nella notte a Bologna, tra le vittima una bimba di 9 anni

Tragico incidente a Bologna, è morto Mario Marchesini

All’inizio i medici erano fiduciosi che Marchesini si sarebbe ripreso, ma le ferite riportate dopo l’incidente si sono rivelate troppo gravi e non gli hanno lasciato scampo. Il lutto di Mario Marchesini addolora la famiglia e i tanti amici dell’uomo. Il figlio Matteo ha raccontato: “Dopo l’incidente, ha subito diversi interventi ed è stato in coma farmacologico. La scorsa settimana, nei brevi momenti di lucidità, sono riuscito a parlargli. Apriva a stento gli occhi. Del resto, le visite erano a tempo e i familiari potevano entrare uno alla volta. Ovviamente anche mia madre e mia sorella gli sono state vicino nel limite delle regole. Le sue condizioni sono peggiorate e non c’è stato nulla da fare, nonostante i tentativi di salvarlo”. Matteo Marchesini ha ricordato anche la grande passione del padre: “Era un appassionato di mezzi militari, che lui restaurava. Era il suo hobby. Ne ha ristrutturati un paio, ed era solito passare con il mezzo ristrutturato in occasione di ricorrenze e celebrazioni”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!