Carabiniere cerca di sedare una rissa e viene pestato: è in gravi condizioni

Un carabiniere fuori servizio è intervenuto per sedare una rissa, ma è stato pestato ed è finito in ospedale: le sue condizioni sono gravi.

Un carabiniere rischia di perdere la vita a Castellammare di Stabia dopo aver cercato di compiere il proprio dovere. Ieri, intorno alla mezzanotte, il militare si trovava in centro ed ha visto che si era scatenata una rissa. Nonostante non fosse in servizio, si è avvicinato ai contendenti ed ha cercato di calmare gli animi. Questi, però, non hanno accolto l’invito del carabiniere ed anzi hanno cominciato a picchiarlo.

Leggi anche ->Fidanzatini in fuga | scappano in auto rubata per 20 km ed investono carabiniere

Al termine del pestaggio il carabiniere è rimasto privo di sensi a terra. Le persone che hanno assistito alla violenta colluttazione hanno quindi chiamato i soccorsi nella speranza di potergli salvare la vita. Le operazioni di soccorso si sono rivelate più complicate del previsto, poiché il traffico della zona era bloccato e l’ambulanza ha fatto fatica a raggiungere il luogo in cui si trovava il militare ferito. Sono passati 30 minuti, infatti, da quando l’ambulanza è stata chiamata a quando i paramedici sono riusciti effettivamente ad intervenire.

Leggi anche ->Aggressione medici | dottoressa colpita con una mozzarella in ospedale

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Carabiniere aggredito a Castellammare di Stabia: le sue condizioni sono gravi

Secondo quanto appreso dai media locali, il militare è stato colpito a colpi di caschi e sedie sul corpo e in testa. I colpi ricevuti in testa gli hanno causato un grave trauma cranico. Il militare è stato dunque ricoverato in ospedale, dove si trova tutt’ora in gravi condizioni. Non è chiaro se avrà bisogno o meno di un intervento chirurgico. In seguito all’accaduto è stata ovviamente aperta un’indagine. Tanti sono i testimoni del pestaggio, dunque, dovrebbe essere possibile identificare gli aggressori. In ogni caso si cercherà di vedere se gli stessi sono stati ripresi dalle telecamere di sorveglianza.

bambina morta