Assessore Gorizia beve da bottiglietta del distributore e si sente male

Sembra esserci un collegamento evidente tra il malore che ha colpito un assessore a Gorizia e l’avere bevuto da una bottiglietta comprata in un distributore automatico.

assessore Gorizia
Spiacevole disavventura assessore Gorizia Foto dal web

Brutta disavventura per un assessore a Gorizia. Roberto Sartori, che fa parte della giunta della città del Friuli-Venezia Giulia ricoprendo la carica per il dicastero alle Attività Produttive.

LEGGI ANCHE –> Guardia giurata uccide moglie | poi si suicida con la pistola d’ordinanza

Infatti l’uomo ha accusato un malore improvviso, e questo subito dopo avere bevuto da una bottiglietta di acqua acquistata da un distributore automatico. Un episodio che ha destato non poca preoccupazione, anche perché sembra che sia stato sufficiente un solo sorso a scatenare il tutto. La cosa ha portato Sartori ad avvertire dei dolori lancinanti allo stomaco al punto da dovere richiedere un immediato ricovero in ospedale.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Aggressione medici | dottoressa colpita con una mozzarella in ospedale

Assessore Gorizia, lui ha conservato la bottiglina: presto le analisi

È il locale quotidiano regionale ‘Il Piccolo’ a parlare della vicenda. Tra i particolari riferiti di persona dallo stesso assessore di Gorizia spicca anche quello che riguarda uno strano sapore sentito subito dopo avere bevuto. Da lì a poco sono sorti i bruciori ed un forte senso di nausea. Inoltre Sartori ha fatto subito un collegamento tra quanto gli stava accadendo e l’aver bevuto da quella particolare bottiglietta. Quindi l’ha portata con sé in ospedale con lo scopo di sottoporne il liquido contenuto ad analisi. Il distributore automatico in questione è stato fermato immediatamente. L’uomo ha riscontrato delle lesioni allo stomaco ed anche all’intestino. Per il momento non si sa se si interesseranno alla vicenda anche le autorità.

LEGGI ANCHE –> Padre disperato: “Il video malato dell’omicidio di mia figlia è ancora sul web”

SyntekExifImageTitle