James Zuluaga: la storia dell’attivista di Medellin contro i cartelli

Chi è James Zuluaga: la storia dell’attivista di Medellin che resiste contro i cartelli della droga nella città che fu del boss Pablo Escobar.

(JOAQUIN SARMIENTO/AFP via Getty Images)

Quella di James Zuluaga è una vicenda tragica, ma nello stesso tempo il giovane attivista Comuna 13, uno dei quartieri più pericolosi di Medellin, negli anni ha dimostrato grande coraggio e capacità di resistere alle minacce continue. In una guerra che non ha scelto di combattere, hanno ucciso prima suo cugino, poi suo fratello.

Leggi anche –> Don Rito Alvarez: chi è il sacerdote che lotta contro il narcotraffico

Lui non si è arreso e si occupa di diritti civili: la sua principale battaglia è quella di avvicinare i bambini del quartiere per sottrarli dalla strada e dalla capacità dei cartelli di fare loro il lavaggio del cervello, reclutandoli.

Leggi anche –> La villa di Pablo Escobar? Ecco cosa è diventata

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Storia di James Zuluaga: resistere ai cartelli di Medellin

(JOAQUIN SARMIENTO/AFP via Getty Images)

In questi anni ha costruito un centro ricreativo deviando il corso di un piccolo fiume in alcune piscine. Qui decine di ragazzini si divertono e passano il tempo. Nel frattempo ha dato anche vita a una piccola squadra di calcio. A Medellin, viveva Pablo Escobar, oggi ci sono i suoi eredi, quelli della Oficina de Envigado, il gruppo criminale che proprio a Comuna 13 ha il proprio quartier generale.

Qui è facile trovare i cosiddetti bambini soldato, ovvero ragazzini pronti a tutto, selezionati da gruppi criminali che scelgono di reclutarli come se fossero dei guerriglieri. Per questo la sfida di James Zuluaga, che resiste ogni giorno ai cartelli criminali di Medellin ha ancora maggiore forza e ottiene un grande sostegno da più parti.