Coronavirus, 129 positivi in un centro d’accoglienza in Veneto

Allarme in provincia di Treviso: 129 positivi al Coronavirus in un centro d’accoglienza in Veneto, aumento di casi in quasi tutta Italia.

(GIOVANNI ISOLINO/AFP via Getty Images)

Boom di positivi in un centro di accoglienza a Casier, in provincia di Treviso. Nelle scorse ore, nell’ex caserma Serena, nella quale sono ospiti, tre migranti sono risultati positivi. Così è partito lo screening e sono stati eseguiti 315 tamponi – 293 sui migranti e 22 sugli operatori.

Leggi anche –> Coronavirus 29 luglio, nuova crescita dei casi: scendono i morti

I numeri sono stati resi noti poco fa: 129 sono in totale i positivi, tutti ospiti della struttura. Si tratta del numero più alto di positivi trovati in un solo focolaio, in queste ultime settimane. Sia i positivi, tutti asintomatici, che gli altri ospiti della struttura restano ora in isolamento.

Leggi anche –> Matrimonio Nicosia: invitato positivo al Covid, 90 in quarantena

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Aumento di casi di Coronavirus in quasi tutta Italia

(MARCELLO PATERNOSTRO/AFP via Getty Images)

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha osservato: “Monitoriamo e isoliamo, come abbiamo sempre fatto con tutti. Sul fronte immigrazione, visti i continui sbarchi a Lampedusa  sottolineiamo che la Regione Veneto non è disponibile ad accogliere immigrati a meno che non siano persone che scappano da guerre e morte, che vanno salvate senza se e senza ma”.

Intanto, dalla fondazione Gimbe arrivano dati non proprio rassicuranti: in Italia nell’ultima settimana sono aumentati di 361 i casi di attualmente positivi, così come sono aumentati i ricoveri. L’unica nota importante è il continuo calo delle terapie intensive, scese di un ulteriore 18,4%. In tutte le Regioni tranne che in 6 sono in aumento i casi.