Lewis Hamilton, post negazionista: “Bill Gates mente sul Coronavirus”

Post negazionista del campione della Formula 1, Lewis Hamilton sulle Stories Instagram: “Bill Gates mente sul Coronavirus”, poi cancella tutto.

(Clive Mason/Getty Images)

Prima Novak Djokovic, poi Andrea Bocelli e infine Lewis Hamilton: si allunga la lista di personaggi noti del mondo dello sport e dello spettacolo che sostengono tesi che si possono definire ‘complottiste’ o ‘negazioniste’.

Leggi anche –> Novak Djokovic positivo al Coronavirus: ‘focolaio’ nel tennis

Lewis Hamilton, campione indiscusso della Formula 1, ha condiviso un video antivaccinista su Instagram stamattina. Lo ha fatto con una serie di Stories. Eppure il pilota a marzo non sembrava pensarla così. Di fronte al mancato rinvio di una gara, accusata i vertici di non essersi voluti fermare.

Leggi anche –> Andrea Bocelli guarito dal Coronavirus: “Privato delle libertà” – VIDEO

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Lewis Hamilton sotto accusa per il post sul Coronavirus

“Sono molto, molto sorpreso dal vederci tutti qui, è bello poter gareggiare, ma per me è scioccante stare qui”, erano le parole di Lewis Hamilton, che adesso invece se la prende con Bill Gates. La didascalia del video postato da Hamilton mostra infatti il tycoon di Microsoft con le parole: “Ricordo quando ho detto alla mia prima bugia”. Lewis Hamilton è stato pesantemente criticato dopo aver condiviso questo video, che è poi scomparso dal social.

Nel video viene ascoltato Bill Gates minimizzare le preoccupazioni sui potenziali effetti collaterali di un vaccino contro il Coronavirus. Come sappiamo, il milionario ormai da anni dedica gran parte del suo tempo e delle sue energie verso la sua fondazione globale per la ricerca e il diritto alla salute e sostiene la società sudcoreana SK Bioscience. Ha già donato 3,6 milioni di dollari per la ricerca contro il Coronavirus. Sostiene infine di essere in grado di produrre fino a 200 milioni di kit di vaccini entro giugno 2021. Numeri e dati che gli vengono contestati da molti, contestazioni che Hamilton condivide. E viene subito preso d’assalto dalle critiche: “Diffondere assurdità antivax è scandalosamente irresponsabile”.