Alex Zanardi, come sta: “Non cadiamo nel pessimismo”

Come sta Alex Zanardi, dopo che nelle scorse ore sono peggiorate le sue condizioni: “Non cadiamo nel pessimismo”, le parole del medico.

(Alex Caparros/Getty Images)

Robusto Biagioni, il medico di emergenza e responsabile del 118 della zona di Grosseto, che per primo in eliambulanza soccorse il 19 giugno Alex Zanardi, ex pilota di Formula 1 e campione paralimpico dell’handbike, commenta lo stato di salute dello sportivo.

Leggi anche –> Villa Beretta, qual è la struttura che ha accolto Alex Zanardi per la neuroriabilitazione

Nelle scorse ore, infatti, come noto il campione e simbolo dello sport paralimpico nel mondo è stato ricoverato al San Raffaele. Le sue condizioni di salute sono peggiorate in maniera grave, a causa della febbre. La temperatura si è alzata giovedì in maniera  improvvisa.

Leggi anche –> Alex Zanardi trasferito d’urgenza al S.Raffaele in terapia intensiva

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il professor Biagioni sulle condizioni di Alex Zanardi

(screenshot video)

Quanto sta avvenendo in queste ore – è questo il pensiero di Biagioni – era preventivabile e non deve portare a eccessivo scoramento. Le condizioni di Alex Zanardi sono molto gravi, ma lo erano anche prima della scelta di trasferirlo al San Raffaele di Milano. Si tratta di un quadro clinico che può diventare rapidamente instabile e anche per questo serve molta pazienza.

L’evoluzione clinica “ondulatoria”, sottolinea Biagioni al Corriere della Sera, è qualcosa di normale e comune in situazioni come queste: “Non bisogna esagerare con l’ottimismo, ma allo stesso tempo neppure cadere nel peggior pessimismo se ha avuto un aggravamento ed è tornato in terapia intensiva. Passaggi del genere potrebbero accadere ancora per un anno, la letteratura scientifica ce lo insegna”. Il suo suona quasi come un appello al campione: “Tutto può accadere e non bisogna mai arrendersi”.

Alex Zanardi