Siria | riaperta la cattedrale cristiana di Sant’Elia chiusa nel 2013

Una bella notizia restituisce il sorriso alla sparuta comunita cristiana in Siria. Dopo anni di chiusura per un attentato, riapre la cattedrale di Sant’Elia.

Siria cattedrale Sant'Elia
In Siria cattedrale Sant’Elia chiusa nel 2013 riapre ai cristiani FOTO Getty Images

In questi giorni si sta discutendo molto sulla decisione, presa in maniera autoritaria e repentina e senza alcuna consultazione con le parti interessate, intrapresa da Recep Erdogan e dalla Turchia di riconvertire la ultrasecolare basilica di Santa Sofia ad Instanbul in moschea.

LEGGI ANCHE –> Chiesa abbandonata in Grecia viene trasformata in bagno per immigrati

Intanto nella vicina Siria si assiste ad un episodio del tutto opposto, con la riapertura dopo 8 anni, della cattedrale maronita di Aleppo dedicata a Sant’Elia. Il monumentale edificio religioso venne eretto nel 1873 e sorge all’interno del quartiere Al Jdeydeh. Un ruolo importante in ciò lo ha svolto la fondazione pontificia ‘Aiuto alla Chiesa che soffre’. E l’arcivescovo di Aleppo, monsignor Joseph Tobij, parla di segno di rinascita per la comunità cristiana, che da quelle parti vive una situazione assai tribolata da sempre. Per dare un’idea, negli ultimi dieci anni la comunità cristiana si è ridotta da 180mila a 30mila ad Aleppo. “Per tutta la comunità cristiana questa riapertura è come la luce della speranza che si accende”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Carabinieri entrano in Chiesa, il sacerdote non interrompe la messa: “Abuso di potere” – VIDEO

Siria cattedrale Sant’Elia, i cristiani la ritrovano dopo 8 anni

La chiusura della basilica di Sant’Elia in Siria avvenne nel 2013 dopo una operazione mirata di un gruppo di miliziani jihadisti. I fondamentalisti islamici erano intenzionati a demolire e cancellare qualsiasi segno della religione cristiana in Siria. Una volta sgominati questi maniaci, è partita la lenta opera di riedificazione, resa possibile grazie a dei finanziamenti privati. Anche l’Italia ci ha messo del suo per la buona riuscita dell’opera. Una replica dell’originale tetto italiano è stata disegnata proprio da architetti provenienti dal nostro Paese.

LEGGI ANCHE –> Adolf Hitler | ‘era un pervertito microdotato con fantasie disgustose’