Foto hot ad un alunno minorenne, messaggi osceni e rapporti online: prof condannata

La notizia choc fa il giro degli Stati Uniti. Ramsey Bearse, una professoressa, è stata condannata per aver inviato scatti hot ad un alunno minorenne.

Ci troviamo in West Virginia, in una scuola media situata a Cross Lane. Ramsey Bearse, una professoressa, è stata condannata a ben due anni di carcere. La notizia choc ha già fatto il giro di tutti gli Stati Uniti. Scopriamo nel dettaglio che cosa è successo.

Leggi anche->Londra, condannata all’ergastolo l’aspirante attentatrice di St. Paul

Nonostante il suo ruolo di professoressa, che prevede un contatto diretto e costante con ragazzi minorenni, Ramsey Bearse pare essere stata accusata di aver inviato foto hot ad uno dei suoi alunni. La donna pare non abbia esitato a praticare con il 15enne del sexting.

Leggi anche->Condannata per aver preso il marito a martellate: “No allo sconto di pena”

La sentenza del Tribunale ha condannato la Ramsey a due anni di carcere e 10 in libertà vigilata. Una volta scontata la sua pena, sarà inoltre obbligata a registrarsi come molestatrice sessuale. Pare che gli scatti in topless non siano stati le uniche cose inviate all’alunno quindicenne. Si parla infatti anche di un fitto scambio di messaggi piccanti ed assolutamente inappropriati per il ruolo investito dalla donna.

Leggi anche->Bambina scomparsa | condannata operatrice sociale | “È morta” – FOTO

La pena che Ramsey deve scontare è la massima prevista per tale categoria di reati. Il giudice ha spiegato infatti che la donna ha tradito le importanti responsabilità delle quali un’insegnante si dovrebbe far carico nei confronti dei propri alunni. Secondo la Polizia locale, le foto inviate al ragazzo sarebbero state almeno quattro.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Condannata per aver inviato foto hot ad uno studente: da reginetta di bellezza a molestatrice sessuale

La Bearse, la quale ai tempi del college è stata addirittura proclamata reginetta di bellezza e, in seguito, Miss Kentucky, avrebbe, secondo l’accusa inviato almeno quattro foto in topless a un ragazzo adolescente suo alunno, insieme a diversi messaggi inappropriati. Sono stati i genitori del ragazzo a denunciare l’accaduto, dubito dopo aver scoperto il telefono del figlio. La donna, in sua difesa, ha inizialmente dichiarato che le foto erano indirizzate al marito. Successivamente ha però ritrattato, confessando di aver inviato il tutto al minorenne volontariamente.