Milan, clamoroso dietrofront: Pioli rimane, Rangnick non arriva più

Milan, clamoroso dietrofront: Pioli rimane allenatore dei rossoneri per altri due anni, Rangnick non arriva più. 

Milan
Milan (Getty Images)

E’ la notizia di questi minuti che lascia tutto il mondo del calcio senza parole. Dalla Germania arrivano voci sempre più insistenti confermate da Beppe Di Stefano in diretta su Sky Sport durante la partita Sassuolo-Milan.

Leggi anche –> Ralf Rangnick chi è: età, carriera e vita privata dell’allenatore tedesco

La società rossonera avrebbe cambiato idea sull’arrivo di Rangnick e avrebbe deciso di dare un biennale a Stefano Pioli. L’allenatore tedesco sarebbe già stato riconfermato nel suo attuale ruolo al Lipsia.

Ralf Rangnick chi è: le curiosità sull’allenatore che doveva arrivare al Milan

Negli anni Novanta si è appassionato al calcio di Zeman costringendo anche sua moglie ad andare in vacanza in Alto Adige. Inoltre, studiava anche il Milan di Sacchi. Tra le sue frasi più celebri troviamo: “Dove vogliamo arrivare nessuno ci farà regali… Nessuno! Quindi adesso uscite e dimostrate di volervi prendere questa vittoria!” In Germania Rangnick è stato il primo a spiegare il calcio con una lavagna in diretta TV nazionale ed è stato lo scopritore dei talenti del Liverpool, come FirminoManè e Keita. Oggi è diventato l’Head of Sport and Development Soccer della Red Bull e coordina la sezione calcio del colosso austriaco occupandosi di RB Lipsia, New York Red Bulls e Red Bull Brasil. Il suo profilo sarebbe stato accostato con insistenza al Milan per il post Pioli in vista della prossima stagione.