Auto travolge tavoli esterni ad un ristorante | “Sembrava un attentato”

Un’automobile in retromarcia ha travolto alcuni tavoli esterni ad un ristorante a Roma, in Piazza delle Coppelle. “Sembrava un attentato” raccontano i presenti.

Un’automobile in retromarcia ha travolto alcuni tavoli esterni ad un ristorante in Piazza delle Coppelle, a Roma, poco lontano dal Pantheon. E’ successo verso le ore 21:00 di lunedì 20 luglio, ed è stata sfiorata la tragedia: tre persone sono rimaste ferite, tra cui anche un bimbo di otto anni. I clienti seduti fuori dal ristorante Casa Coppelle raccontano l’accaduto terrorizzati: l’automobile, una Nissan Micra, si è schiantata contro uno dei tavoli ferendo un cameriere del locale e due turisti olandesi, padre e figlio. Nel panico generale iniziale, sul posto sono intervenute le ambulanze del 118 che hanno trasportato il bambino all’ospedale Bambino Gesù, in codice giallo. Anche il padre del bambino e il cameriere sono stati portati tempestivamente in ospedale.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Roma, psicosi covid: teppisti sputano sulle maniglie delle auto

“Sembrava un attentato”, sfiorata la tragedia a Roma

La dinamica esatta dell’accaduto è ancora da accertare, ma le ipotesi sono due: il conducente dell’automobile, 60 anni, potrebbe aver avuto un malore improvviso, oppure potrebbe essergli rimasto incastrato il piede nell’acceleratore. Presente sul luogo dell’incidente c’era anche la giornalista del Tg1 Barbara Carfagna, che ha pubblicato su Twitter la sua testimonianza: “Piazza delle Coppelle. Questo era il mio tavolo. Un auto in retromarcia velocissima è piombata sul ristorante. Sembra un attentato. Tre feriti tra cui un bambino. Chi mi aspettava, sportivo, salvo per miracolo. Io ho sbagliato strada ed ero in ritardo. Questa la mia sedia”.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!