Novara, schiave del sesso: il capo della setta ha 77 anni

In seguito ad un’indagine durata due anni, la polizia ha individuato tutti i responsabili di una setta finalizzata a creare delle schiave del sesso.

Ci sono voluti due anni d’indagine, portati avanti dalla polizia di Novara in collaborazione con quella di Genova, Milano e Pavia, per ottenere informazioni su tutti i responsabili di una pericolosa psico-setta con base operativa proprio a Novara. Le indagini sono state coordinate dalla Procura di Torino – Direzione Distrettuale Antimafia. L’obiettivo era quello di accertare l’operatività della setta in questione.

Leggi anche ->Inghilterra, cadaveri nel container: potrebbero essere morti per congelamento

Attraverso le indagini è stato possibile appurare che la setta era gestita da un uomo di 77 anni e che ne esistevano delle diramazioni sia nella provincia pavese che in quella di Milano. L’uomo aveva dei collaboratori, principalmente di sesso femminile, insieme ai quali riduceva in schiavitù soggetti deboli, tra i quali anche minori. Ai loro danni sono state rivolte accuse riguardanti diversi reati sessuali, anche su minorenni.

Leggi anche ->Mauro Pamiro, prof. trovato morto a Crema: si indaga sulla setta spirituale

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Scovata setta a Novara: riducevano le ragazze in schiave del sesso

Al momento si sa semplicemente che questa mattina sono state compiute 26 perquisizioni personali e 21 perquisizioni di locali al fine di trovare ulteriori prove sul traffico umano che la setta portava avanti da diverso tempo. Attraverso le perquisizioni si spera di trovare anche i nominativi di tutte le vittime, così da poterle liberare dalla morsa della setta e ottenere da loro testimonianze utili a mettere fine a tutto. A partire dalle ore 10, la polizia di Novara terrà una conferenza stampa in cui darà i dettagli dell’operazione e quelli sui reati compiuti ai danni delle ragazze e dei minori coinvolti in questo macabra vicenda.