Marco Bocci rivela: “In scena con la mia malattia, l’herpes al cervello”

Un racconto davvero particolare quello dell’attore Marco Bocci, che tornerà in scena parlando di una disavventura: ecco il suo racconto

Marco Bocci

Un racconto davvero suggestivo quello dell’attore Marco Bocci che si è confessato ai microfoni de “Il Corriere della Sera” parlando anche del suo prossimo lavoro. Un episodio davvero incredibile:  “All’età di 15 anni, il primo maggio 1994, assisto alla gara del mio idolo, Ayrton Senna, al circuito di Imola. All’improvviso la gara viene interrotta e non si capisce la gravità dell’incidente. Poi arriva l’ambulanza, successivamente l’elicottero. Ho assistito alla morte in diretta del campione brasiliano: un vero e proprio orrore”.

Leggi anche–> Laura Chiatti, terribile disavventura in ascensore: era con Marco Bocci e figli

LEGGI ANCHE –> Chi è Marco Bocci: età, vita privata, carriere, malattia dell’attore umbro

Marco Bocci, il racconto dell’incidente

E così dopo 24 anni lo stesso Bocci partecipa ad una gara di Bmw in Umbria: “E divento la vittima di un terribile incidente, simile proprio a quello di Imola. Grazie a quella disavventura, però, ho potuto conoscere da vicino la mia malattia: herpes al cervello e così sono stato salvato”. Così lo stesso attore italiano porterà in scena in teatro con un monologo “Lo Zingaro” proprio questa disavventura al Teatro d’Annunzio di Pescara. E così lo stesso Bocci ha spiegato dettagliatamente sull’identità de”Lo Zingaro”: “Sono io. Mio padre era ex pilota e così mi portava fin da piccolo a vedere le corse. Era un fan di Senna e così mi ha fatto appassionare. E così dopo tanti anni capisce che non bisogna accanirsi sul mito, ma va accettata la normalità”.