Giacomo Campiotti, chi è il regista di Braccialetti Rossi e non solo

Carriera e curiosità su Giacomo Campiotti, chi è il regista di Braccialetti Rossi e non solo: dagli esordi ai premi e alle nomination.

(Elisabetta Villa/Getty Images)

Varesotto classe 1957, laureato in Pedagogia all’Università di Bologna, Giacomo Campiotti esordisce come molti altri nel teatro, prima di diventare assistente e aiuto regista di Mario Monicelli in alcune delle sue pellicole più famose.

Leggi anche –> Gipi, chi è: vero nome, carriera e curiosità sul fumettista e regista

Dopo aver frequentato il gruppo “Ipotesi Cinema” ideato da Ermanno Olmi, si occupa dei suoi primi cortometraggi per la Rai, che intorno alla metà degli anni Ottanta ottengono un buon successo. Il suo primo film è Corsa di primavera, del 1989.

Leggi anche –> Mathieu Kassovitz: chi è il regista e attore del film L’Odio

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sapere sul regista Giacomo Campiotti

La pellicola d’esordio, presentata in anteprima a Venezia vince il Festival di Giffoni come miglior film. Nel 1994, esce poi Come due coccodrilli, con Giancarlo Giannini, Valeria Golino e Fabrizio Bentivoglio, che diventa un caso. Snobbato nelle sale italiane, addirittura viene candidato come miglior film straniero ai Golden Globe del 1996. Di fatto è la pellicola che lo sdogana definitivamente.

Lavora quindi anche molto nella grande fiction, con produzioni davvero importanti, come la mini serie tv Zivago, interpretata da Keira Knightley, Sam Neill e Hans Matheson. Giacomo Campiotti negli ultimi anni è stato il regista di Bianca come il latte, rossa come il sangue, versione cinematografica del romanzo d’esordio di Alessandro D’Avenia, ma soprattutto della miniserie Braccialetti rossi. Nel 2019, esce infine il film per la TV Liberi di scegliere. Ha ricevuto importanti riconoscimenti e nomination al Locarno International Film Festival, Festival Annecy, BAFTA Awards.