Michael Schumacher, la rivelazione di Todt: “Visto settimana scorsa, ci sono novità”

 

L’ex capo Ferrari Jean Todt ha dato aggiornamenti sulla situazione di Michael Schumacher: potremo rivederlo a breve? Ecco cosa è davvero importante.

michael schumacher

L’ex capo della Ferrari Jean Todt ha dato aggiornamenti sulla situazione di Michael Schumacher e della sua famiglia: pare che tutti stiano lavorando per poter permettersi, a breve, un’apparizione pubblica della leggenda della Formula 1. Schumacher, sette volte campione del mondo, continua a riprendersi dalle lesioni cerebrali subite in un incidente sciistico nel dicembre 2013. Nello stesso anno si è ritirato dalla vita pubblica, e da quel momento le sue condizioni di salute sono state tenute segrete. Todt, ex direttore di squadra della Ferrari che ora lavora come Presidente della FIA (organo di governo della F1), ha raccontato al Mail di aver fatto recentemente visita a Schumacher a Ginevra, in Svizzera.

Potrebbe interessarti leggere anche –> Mick Schumacher | “Mio padre un gran genitore prima di un campione”

Michael Schumacher, novità sulle condizioni di salute del campione

Michael Schumacher

“Ho visto Michael la settimana scorsa”, ha detto il francese. “Sta combattendo. Spero che il mondo possa rivederlo, Questo è ciò per cui lui e la sua famiglia stanno lavorando”. Riflettendo sull’eredità del tedesco in questo sport, Todt si è rifiutato di rivendicare Schumacher come il miglior pilota di F1 di sempre. “Amo Michael, Ma è impossibile dire chi sia il migliore di sempre. Ci sono Juan Manuel Fangio, Jim Clark, Ayrton Senna e Michael”.
Lewis Hamilton potrebbe eguagliare il record di Schumacher in questa stagione, ma Todt insiste sul fatto che sarebbe poco importante: “So che può succedere che Lewis batta il record di Michael come pilota più titolato della storia. Con la Mercedes ci sono tutti gli ingredienti per farlo. Onestamente non mi dispiace”, ha continuato. “Ricordo nel 2000 quando ero sul podio a Suzuka con Michael dopo che aveva vinto il suo primo titolo con la Ferrari e gli dissi che la nostra vita non sarebbe stata più la stessa.
Avevamo ottenuto tutto quello che volevamo. Dopo un incidente come quello che ha avuto Michael, importa che Lewis vinca di più?”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!

michael schumacher jean todt