Coronavirus, famiglia positiva va a feste e aperitivi: contagiate 40 persone

Ancora poca responsabilità riscontrata negli italiani durante il periodo di Coronavirus: denunciata una famiglia in Alto Adige per epidemia colposa

Coronavirus

Non si fermano i casi di Coronavirus in Italia. Ancora problemi con l’allarme lanciato, questa volta in Alto Adige, con un’intera famiglia che è stata denunciata per epidemia colposa visto che non ha rispettato la quarantena. Il giovane di 24 anni, nonostante fosse positivo, è andato in giro partecipando così a feste e aperitivi e così ora quaranta persone si trovano in isolamento dopo esser stati a contatto con loro. Nelle ultime 24 ore in Italia sono stati riscontrati 249 i nuovi casi positivi con 14 morti rispetto al giorno precedente.

Leggi anche–> Nonna Alba guarisce a 102 anni da una “forma grave”

 

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, i commercialisti contro il governo: ecco la “minaccia”

Famiglia positiva va a feste e aperitivi,

L’accaduto è avvenuto nella val Badia con il giovane che è stato al lavoro e poi ha partecipato anche all’happy hour. Successivamente è stato presente anche ad una festa di laurea in un rifugio a Corvara: poi era stato anche visto in alcuni locali pubblici senza indossare la mascherina chirurgica. I genitori non sono risultati positivi al tampone, ma hanno continuato il loro lavoro in una falegnameria ed in una struttura ricettiva. Tutte le quaranta persone che hanno incontrato ora si trovano in quarantena. Problemi anche ad Ostia dopo il caso positivo riscontrato in un cittadino bengalese dipendente di uno stabilimento balneare. Successivamente il lido è stato così chiuso per la sanificazione: gli altri dipendenti e i gestori del lido sono risultati negativi.

bambina morta