Matteo Aicardi positivo al Coronavirus: paura per il pallanuotista

Il nazionale azzurro di pallanuoto Matteo Aicardi, 34 anni, è stato ricoverato in ospedale dopo essere risultato positivo al Coronavirus. 

Il Coronavirus irrompe come un fulmine a ciel sereno anche nel mondo della pallanuoto. A farne le spese stavolta è Matteo Aicardi, centroboa degli azzurri e della Pro Recco. L’atleta è stato ricoverato nell’ospedale di Albenga, in provincia di Savona, dopo essere risultato positivo al Covid-19. Il noto pallanuotista, nato a Finale Ligure 34 anni fa, adesso “sta bene, anche se ha la febbre”, fa sapere il suo club. Ma la notizia ha destato un certo allarme nel suo entourage e non solo.

Leggi anche –> Coronavirus 16 luglio, la pandemia non si ferma: oltre 200 contagi 

Leggi anche –> Coronavirus, 43 contagi nella sede della Croce Rossa di Jesolo 

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

La squadra di Matteo Aicardi col fiato sospeso

Una decina di giorni fa Matteo Aicardi aveva lasciato Siracusa, dove si trovava in ritiro con la Nazionale guidata da Sandro Campagna, avendo accusato un problema alla spalla. L’8 e il 9 luglio scorsi era stato sottoposto ad alcuni accertamenti a Milano, dopo di che era rientrato a casa. Ed è proprio lì che lunedì ha cominciato ad avere mal di gola e febbre. Il 14 luglio, dato l’aggravarsi dei disturbi, ha avvisato i sanitari della Federnuoto e il giorno dopo è stato sottoposto al tampone, risultando positivo. Quindi il ricovero a scopo precauzionale.

Nel frattempo la febbre è scesa e il mal di gola è diminuito, per cui le condizioni del pallanuotista destano meno preoccupazione. E nessun sintomo è presente tra i giocatori colleghi di Matteo Aicardi, né tra i componenti lo staff del Settebello. Ma tutti gli elementi coinvolti nel collegiale azzurro, atleti, personale e dirigenti, oltre alla squadra del Circolo Ortigia Siracusa con cui si sono allenati nei giorni scorsi, sono stati sottoposti a tampone. Ora non resta che attendere i risultati.

EDS