Home News Bomba d’acqua a Palermo: ancora dispersi i corpi delle due vittime

Bomba d’acqua a Palermo: ancora dispersi i corpi delle due vittime

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:06
CONDIVIDI

Palermo ieri pomeriggio è stata investita da una bomba d’acqua di grosse proporzioni che ha allagato l’intera città: ancora dispersi i corpi delle vittime.

Nel pomeriggio di ieri un’ondata di maltempo si è abbattuta su tutta la Sicilia, causando grossi disagi e allagamento nei principali centri abitati. La situazione peggiore si è verificata a Palermo, dove una bomba d’acqua violentissima ha causato l’allagamento del viale della Regione Siciliana, una tangenziale che dà la via d’accesso alla città e che è molto trafficata.

Leggi anche ->Bomba d’acqua a Palermo: due vittime, gente nuota per la strada

Com’è possibile vedere dai numerosi video emersi in rete ieri, la strada è totalmente allagata e diverse macchine sono state completamente sommerse dall’acqua. In alcune immagini è possibile vedere come ci siano degli automobilisti che escono dalle auto a nuoto e cercano di mettersi in salvo. Purtroppo non tutti sono stati in grado di uscire dall’auto. Una donna è stata salvata dai vigili del fuoco, mentre due persone si suppone siano decedute.

Leggi anche ->Nubifragio Palermo | due vittime ed enormi disagi in tutta la città

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bomba d’acqua a Palermo: ancora dispersi i corpi delle vittime

Il lavoro dei vigili del fuoco per dragare tutta la zona del sottopasso della circonvallazione palermitana è andato avanti tutta la notte. Per completarlo sono stati impiegate delle idrovore ad alta portata, ciò nonostante questa mattina è stato chiarito che ci vorranno altre 3 o 4 ore prima che la strada sia finalmente liberata dall’acqua. Nel frattempo sono continuate le operazioni di ricerca delle due persone di cui ieri è stata denunciata la scomparsa. L’ipotesi è che queste siano decedute all’interno di un mezzo sommerso dall’acqua, ma al momento i corpi non sono ancora stati trovati. Le ricerche dunque continueranno anche oggi.