Home News Focolai Italia | cluster in casa di riposo | 8 positivi dopo...

Focolai Italia | cluster in casa di riposo | 8 positivi dopo test a tappeto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:40
CONDIVIDI

Nuovo caso di focolai Italia, dopo i diversi riscontrati nei giorni scorsi in tutto il Paese. Succede all’interno di una casa di riposo, con diversi positivi.

focolai Italia
Virus focolai Italia arginato cluster in casa di riposo nel Trevigiano FOTO Getty Images

Arriva un ulteriore aggiornamento per quanto riguarda la situazione focolai Italia. Emerge infatti un nuovo caso, dopo i diversi riscontrati in varie zone del Paese nei giorni scorsi. A Soligo, frazione di Farra di Soligo, in provincia di Treviso, sono scattati dei tamponi a tappeto all’intero della casa di riposo ‘Bon Bozzolla’.

LEGGI ANCHE –> Stato di emergenza | il Governo lo estende per tutto il 2020 | cosa succede

La disposizione è partita dopo che si è scoperto che uno degli ospiti della struttura era positivo al Covid. Venerdì 10 luglio quindi sono partiti diversi test a seguito dei quali ecco emergere anche altri individui con in circolo nel loro organismo il virus. Il primo positivo proveniva da un’altra casa di riposo, dove risulterebbe avere svolto altri due test di rilevamento del Covid, entrambi negativi. In totale ci sono stati 208 altri test che hanno riguardato sia ospiti della casa di riposo che dipendenti, con 8 positivi in totale. Si tratta di 6 pazienti e di 2 lavoratori. Ricoverato all’ospedale ‘Ca’ foncello di Treviso nel reparto di Malattie Infettive il compagno di strada del primo positivo, nonostante un primo tampone negativo.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Parma, tesserato positivo al Coronavirus: la Serie A non si ferma

Focolai Italia, subito arginato quello di Soligo

Qui è risultato negativo al test sierologico ma positivo ad un nuovo tampone. Tutti gli altri residenti positivi della casa di riposo risultano essere asintomatici e si trovano ora in isolamento. Stessa sorte per quanto riguarda i due dipendenti, che resteranno a casa per le prossime due settimane in quarantena con le rispettive famiglie. Intanto si procede con dei tamponi da svolgere su parenti ed amici in visita agli ospiti del ‘Bon Bozzolla’. Si tratta di circa 70 persone. E nell’ottica di quello che è il piano di contenimento dei focolai in Italia, la Ulss 2 di Treviso sottolinea la tempestività della sua messa in pratica del piano regionale precedentemente concepito.

LEGGI ANCHE –> Coppia morta nel lockdown, trovati solo ora in casa in avanzato stato di decomposizione