Home News Terni, adolescenti morti d’overdose: il dramma dei genitori

Terni, adolescenti morti d’overdose: il dramma dei genitori

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:31
CONDIVIDI

Il dramma dei genitori di Flavio Presuttari e Gianluca Alonzi, i due adolescenti morti d’overdose a Terni: “Ignari dei giri pericolosi dei figli”.

(Facebook)

I genitori di Flavio Presuttari e Gianluca Alonzi, i due adolescenti morti di overdose a Terni, erano all’oscuro di quanto accadeva ai loro figli. Li consideravano lontani da “certi giri pericolosi”, come li ha definito il papà di uno di loro al Corriere della Sera.

Leggi anche –> Adolescenti morti a Terni, il pm: “La colpa è nostra, non solo del pusher”

Una vicenda sconcertante, quella che si è consumata nei giorni scorsi nel capoluogo di provincia umbra. Una cittadina come tante, dove crescono molti adolescenti e tanti di questi entrano a contatto con le sostanze stupefacenti.

Leggi anche –> Choc a Terni: due adolescenti trovati morti in casa

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Adolescenti morti d’overdose a Terni: cosa sappiamo finora

Quanto accaduto l’altra sera, è al vaglio degli inquirenti: sembra che i due amici – considerati inseparabili dai loro familiari e da quanti li conoscevano – fossero andati a giocare in un campetto parrocchiale. Uno dei due stava già male e si era messo a bordo campo. Sembra che proprio lui per primo abbia fatto il nome del pusher 41enne accusato di aver venduto delle sostanze ai due adolescenti.

Sostanze ‘anomale’, quelle che i ragazzini avrebbero assunto, tant’è che l’ipotesi più probabile sia quella di un overdose di metadone. Fabio Presuttari, medico romano e padre di Flavio, uno dei due ragazzini morti, sottolinea ancora una volta di non essere a conoscenza di certi ‘giri’ del figlio, un adolescente con tanti interessi, dal rugby alla fisica quantistica. Quindi lancia un appello: “Ci vorrebbe un più attento controllo del territorio e anche delle leggi meno permissive”.