Kanye West, rapper candidato alla Casa Bianca: “Vaccini? Roba da bestie”

Kanye West spiega i retroscena della sua corsa alle presidenziali statunitensi e rivela di aver avuto il Coronavirus, ma aggiunge: “I vaccini sono il marchio delle bestie”. 

“Con questa intervista mi toglierò per sempre il cappello rosso con la scritta Make America Great Again”: così esordisce Kanye West a colloquio con la rivista Forbes, spiegando i contorni della sua autocandidatura alla Casa Bianca nelle elezioni del prossimo novembre.

Vecchio amico e confidente di Donald Trump (con grande scandalo della comunità afro-americana), il rapper miliardario che ha fatto fortuna mercato delle scarpe da ginnastica alla moda rivela che il suo “terzo partito” nella corsa alla Casa Bianca si chiamerà Birthday Party, con un gioco di parole che è tutto un programma (“festa di” /”partito del” compleanno).

Leggi anche –> Kanye West, chi è il rapper americano candidato alla presidenza USA

Leggi anche –> Chi è Kim Kardashian: forse prossima First Lady degli Stati Uniti

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Il programma di Kanye West

“Se non ci fosse stato Trump avrei corso da candidato repubblicano, ma Trump c’è e allora io corro come indipendente – afferma Kanye West -. Questo non vuol dire che sono come Trump, Trump è solo una parte di ciò che farei io. E Joe Biden? Andiamo, Obama è speciale, Trump è speciale, noi diciamo che Kanye West è speciale. L’America ha bisogna di gente speciale che la guidi. Bill Clinton? E’ speciale. Joe Biden non è speciale”.

Kanye West tiene a precisare che si è preso 30 giorni di riflessione per ufficializzare la sua candidatura. Ma ha già le idee chiare, se si può dire così, sul da farsi: “Ora dobbiamo realizzare la promessa dell’America fidandoci di Dio, unificando la nostra visione e costruendo il nostro futuro. Mi candido a Presidente degli Stati Uniti”. Tra i suoi sostenitori ci sarebbe anche il numero uno di Tesla Elon Musk. Tutto il resto è ancora top secret.

“Come per qualsiasi altra cosa che ho affrontato nella mia vita” dice il Nostro sena falsa modestia, “anche stavolta io vincerò”. E a quanti sostengono che la sua discesa in campo si risolverà in un mero aiuto a Trump perché potrà significare molti voti in meno per il candidato democratico Joe Biden, specialmente da parte della comunità afroamericana, risponde: “Non nego che questo possa accadere, ma sostenere che il voto dei neri sia per forza di cose un voto democratico è una forma di razzismo e di espressione della supremazia bianca”.

Ciò detto,l’artista prestato alla politica rende noto che a febbraio è stato colpito dal Coronavirus. Ma non per questo è disposto a farsi il vaccino non appena sarà disponibile, semplicemente perché a suo dire “i vaccini sono il marchio delle bestie”. Quanto al “Planned Parenthood”, le organizzazioni nazionali che si occupano di educazione sessuale, sostegno alle ragazze madri e gravidanze indesiderate, secondo West “sono state piazzate nelle nostre città dai suprematisti bianchi per fare il lavoro che il Diavolo desidera”. Gli elettori sono avvisati…

Leggi anche –> Taylor Swift: una telefonata smentisce la versione di Kanye West 

EDS