Coronavirus Brasile: il presidente Bolsonaro positivo al tampone

Positivo al tampone per il Coronavirus il presidente del Brasile Jair Bolsonaro: nei giorni scorsi, non ha usato le dovute raccomandazioni.

(Andressa Anholete/Getty Images)

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro ha rivelato poco fa di essere risultato positivo al tampone per il Coronavirus. Nelle scorse ore, si era diffusa la notizia circa una possibile positività. In particolare, era emerso che l’esponente politico manifestava tutti i sintomi della malattia.

Leggi anche –> Coronavirus, Brasile: Bolsonaro ha i sintomi della malattia

Anche nei mesi scorsi, dopo che un suo collaboratore era risultato positivo al test, si era parlato di una presunta malattia del presidente del Brasile, ma il tampone a cui era stato sottoposto ne aveva indicato la negatività alla malattia.

Leggi anche –>Coronavirus, Brasile la situazione. Bolsonaro:”Prima o poi moriremo tutti”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Bolsonato positivo test Coronavirus: Brasile con oltre 1,6 milioni di casi

Il presidente Bolsonaro è stato molto spesso criticato per l’atteggiamento che ha tenuto di fronte al Coronavirus. A oggi, infatti, il Brasile ha subito uno dei peggiori focolai del mondo con oltre 1,6 milioni di casi e 65.487 decessi. Solo il dato degli Usa è peggiore sia per numero di casi che di decessi. Bolsonaro, che ha ripetutamente sminuito la gravità del virus e si è mescolato con folle di sostenitori nonostante i consigli di distanza sociale, ha dichiarato in un’intervista televisiva che è positivo al tampone.

Per lui era il quarto tampone a cui si sottoponeva: nelle tre circostanze precedenti era sempre risultato negativo. Ieri ha detto ai sostenitori di essere stato testato in un ospedale. A quanto pare, avrebbe la febbre e altri sintomi riconducibili alla malattia. In seguito a uno dei test ai quali si era sottoposto, il presidente brasiliano aveva fatto il gesto dell’ombrello. Il virus, stando a quanto affermato dallo stesso Bolsonaro, non avrebbe intaccato i polmoni. Lo scorso fine settimana, il presidente ha avuto diversi contatti, tra cui l’ambasciatore Usa, visto nel corso dei festeggiamenti per il 4 luglio.