Home News Corrado Tedeschi, il tumore che l’ha colpito: drammatica battaglia contro la malattia

Corrado Tedeschi, il tumore che l’ha colpito: drammatica battaglia contro la malattia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:18
CONDIVIDI

Corrado Tedeschi, il tumore che l’ha colpito: drammatica battaglia contro la malattia. Il racconto del conduttore e attore avvenuto qualche tempo fa in tv.

corrado tedeschi tumore
La lotta contro il tumore di Corrado Tedeschi (screenshot video)

Ospite di ‘Vieni da me’, programma condotto da Caterina Balivo, c’è stato qualche tempo fa il presentatore televisivo Corrado Tedeschi, volto noto soprattutto a cavallo tra anni Ottanta e Novanta, quando condusse diverse trasmissioni, una delle quali – ‘Il Gioco delle Coppie’ – è divenuta un vero e proprio cult. In studio, tanti gli argomenti toccati, soprattutto sul privato del presentatore.

Potrebbe anche interessarti –> Tumore Mara Maionchi, operata ad entrambi i seni: come sta ora

La battaglia di Corrado Tedeschi contro il tumore e la sua vita privata

Corrado Tedeschi, in particolare, ha voluto parlare della sua battaglia contro il cancro: “Con la malattia rimetti le cose nella giusta classifica. Quando finisci il percorso dici che non ti arrabbierai più per le sciocchezze, ma non è così nel senso che ti arrabbi, ma con maggiore consapevolezza e oggi amore ancora di più le persone che già amavo perché mi tengono attaccato alla vita”. Il suo invito è a non sottovalutarne il pericolo: “Ho parlato della mia malattia, due signore mi hanno detto che, dopo aver ascoltato la mia storia, si sono sottoposte alla colonscopia e hanno scoperto di avere a loro volta il tumore. Quindi fate la colonscopia perché vi può salvare la vita”. Oggi fortunatamente sta molto meglio e la sua carriera ha ripreso alla grande. 

Corrado Tedeschi e il rapporto coi figli

Spazio poi al rapporto coi suoi figli: “Ho avuto una vita meravigliosa, due figli bellissimi, l’amore delle donne che non mi sono mai mancate”. Corrado Tedeschi, a questo punto, parla del suo esser figlio e quando in studio parte l’inno di Mameli confessa: “Non c’è nulla di politico. Questo inno è un omaggio alle persone che hanno dato la vita per l’Italia che è un grande Paese. Mio padre ha dedicato la sua vita all’Italia e tutti dovremmo essere orgogliosi di essere italiani”. Il padre era infatti un ufficiale di Marina e addirittura da piccolo il conduttore televisivo viaggiava spesso per questo motivo: “Spesso ero costretto a lasciare la scuola anche a metà anno scolastico e quindi, ancora oggi, ho paura di affezionarmi alle persone perché temo di doverle poi lasciate”.