Padre non accetta la separazione dalla moglie, strangola i figli e si uccide

Un padre disperato ed incapace di accettare la separazione dalla moglie decide di uccidere i due figli di 6 e 12 anni e suicidarsi.

Nelle scorse ore si è verificata una tragedia familiare a Margno in provincia di Lecco. A scatenare la follia del padre è stata la sua difficile situazione coniugale. Da tempo l’uomo e la moglie non andavano più d’accordo, così la donna aveva deciso che la separazione era la scelta più giusta per riprendere in mano la propria vita e vivere in serenità. La decisione ha sconvolto l’uomo, il quale non è riuscito ad accettare che quella relazione, durata per diversi anni e impreziosita dalla nascita di due figli, finisse in quel modo.

Leggi anche ->Madre uccide figlio | lo nasconde nel cemento e simula disperazione

L’uomo, sebbene non accettasse quella decisione, aveva accettato di portare i figli in villeggiatura da Milano a Margno, località montana nei pressi di Lecco. Sembrava, insomma, che stesse venendo a patti con l’idea e che si riservasse del tempo con i figli per abituarsi all’idea che da quel momento in poi li avrebbe visti da solo.

Leggi anche ->Padre uccide figlia | lei torna a casa in ritardo e lui la ammazza

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Padre strangola i figli e poi si toglie la vita

In realtà l’uomo non era riuscito ad accettare quel cambiamento radicale ed invece di ricorrere ad un aiuto psicologico, ha agito in modo irrazionale. Preso posto in un condominio nei pressi della locale funivia montana, il padre ha deciso di compiere un gesto estremo: prima ha strangolato i figli, quindi si è tolto la vita. Sebbene non siano emersi molti dettagli sulla vicenda, gli investigatori ritengono che il movente del delitto sia proprio la separazione dalla moglie.