Star Instagram muore in un incidente motociclistico: Anastasia aveva 18 anni

Anastasia, milionaria star di Instagram, è morta a 18 anni in un terrificante incidente stradale autonomo a Bali, dove si trovava in vacanza.

Anastasia Tropitsel (il cui vero cognome era Zubrina) era una ragazza che a soli 15 anni aveva avuto successo come influencer e blogger su internet. In soli tre anni aveva conquistato un esercito di fan in tutto il mondo, raggiungendo fama e guadagni che nessuna coetanea può vantare. Tuttavia ultimamente aveva notato un lieve calo nei follower ed aveva pianificato di dare un boost al proprio profilo e alla sua carriera organizzando un viaggio a Bali.

Leggi anche ->Ashley Stock, terribile lutto per l’influencer: la figlia muore a 3 anni

Il piano era quello di mostrare ai fan spezzoni del viaggio con il fidanzato, pubblicato foto di località e paesaggi mozzafiato e scene riguardanti la sua giornata in locali e hotel di lusso. Ieri mattina aveva postato il primo video in cui comunicava ai fan che avrebbe fatto una ricca colazione prima di mettersi in moto per girare l’isola. Purtroppo a quel video non se n’è aggiunto un altro poiché Anastasia è stata vittima di un tragico incidente ed è morta sul colpo.

Leggi anche ->Chi è Ekaterina Karaglanova, l’influencer trovata morta in una valigia

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Anastasia morta in un incidente, il fidanzato: “Amici, condividere il vostro addio”

La ragazza aveva affittato per l’occasione una moto 250 e stava percorrendo una delle strade principali dell’isola, mantenendo una velocità media alta ma coerente con il tipo di strada che stava affrontando. Ad un tratto, però, ha perso il controllo della moto ed è andata a sbattere con lo spartitraffico. Il successivo urto con l’asfalto le ha causato un trauma cranico letale.

A condividere i dettagli dell’incidente è stato il fidanzato della giovane influencer. Smentendo chi cominciava a sostenere che stesse andando ad una velocità troppo elevata, il ragazzo ha scritto: “Anastasia stava andando ad 80-100 chilometri orari in una strada principale, dove tutti tengono quella velocità. Guidava sempre in modo accorto e sicuro. Ad un tratto la moto ha cominciato a traballare”.