Christiana Pedersoli: la figlia di Bud Spencer e il dettaglio inedito

Il romanzo autobiografico di Christiana Pedersoli: la figlia di Bud Spencer e il dettaglio inedito sul rapporto col padre anche dopo la morte.

(Instagram)

La figlia di Bud Spencer, Christiana Pedersoli, proviene da una famiglia legata al mondo artistico: suo nonno, Peppino Amato, produce film che fanno la storia del cinema, suo padre è stato l’attore di successo che noi tutti abbiamo conosciuto e amato.

Leggi anche –> La prima Statua di Bud Spencer in una delle città più belle d’Europa

Oggi, alla soglia dei 60 anni, la donna – mamma di Sofia e Nicolò – ha deciso di raccontare suo papà in un libro. Il titolo è “Bud. Un gigante per papà” e svela particolari e dettagli inediti sia sulla vita dell’attore che sul rapporto padre-figlia.

Leggi anche –> Terence Hill, qual è il vero nome e perché si chiama così l’attore di Don Matteo

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Le rivelazioni inedite di Christiana Pedersoli su Bud Spencer

La donna rivela: “Eau d’Orange Verte di Hermès. Ho continuato a sentirlo anche dopo che se ne è andato”. Ma la presenza del padre al suo fianco è una costante nel racconto di Christiana Pedersoli: “La cosa più significativa è successa un paio di mesi dopo che non c’era più. Un fan continuava a scrivermi dicendo che papà voleva che cercassi tra i cassetti di una credenza in radica con una ribaltina. La descrizione era molto precisa, ma io non avevo un mobile del genere e non ricordavo che ci fosse a casa dei miei genitori…”

Prosegue Christiana Pedersoli: “Insisteva e infine, nella camera da letto di mia madre, ho trovato l’armadio. Nei cassetti c’era un astuccio con una foto di mio padre abbracciato a sua madre, nonna Rina. Voleva dirmi che erano insieme e stava bene”. Quindi sul rapporto che ha con Terence Hill: “È come uno zio. Quando avevo dieci anni ero innamorata di lui, era di una bellezza incredibile, con modi sempre gentili e affabili. Lui e papà erano agli antipodi, ma erano due gentiluomini e il fatto di essere entrambi credenti li univa. Ogni tanto viene a cena a casa di mamma, ci lega un affetto profondo”.