Scuola, inizio anno 2020-2021: la posizione del Ministero dell’Istruzione

Approvato il decreto Scuola dopo tante polemiche, adesso si cerca di capire quando inizierà il prossimo anno scolastico: ecco cosa ha detto il Miur.

L’anno scolastico 2019-2020 è stato probabilmente il più complicato dal dopoguerra ad oggi. Il Ministero dell’Istruzione ha dovuto navigare a vista, nella speranza che la situazione migliorasse al punto da permettergli di riaprire le scuole prima della fine dell’anno e di non dover stravolgere il funzionamento degli esami di Maturità ed in generale dell’accesso alle classi successive.

Leggi anche ->Dl Scuola, la protesta della Lega: “Azzolina bocciata”. Voto rinviato

Presto si è compreso che questo non sarebbe successo e già ad aprile è stata presa la decisione di fissare il ritorno in aula al prossimo settembre. L’esame di maturità consisterà in una prova orale della durata di un’ora circa, in cui il candidato presenterà la propria tesina e la discuterà di fronte alla commissione. A quanto pare, visto le difficoltà oggettive del periodo, non sarà strettamente necessario presentare un elaborato scritto o uno schema della discussione e l’esame potrà essere tenuto a braccio.

Leggi anche ->Scuola, il ministro Azzolina: “A settembre tutti in presenza, no ai doppi turni”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Quando si ritorna a scuola?

Per quanto riguarda il ritorno a scuola, al momento non vi sono certezze. Il Ministero in una nota ha chiarito che la data del rientro in classe non è stata ancora stabilita. Inizialmente si era pensato infatti di fare rientrare ad inizio mese gli studenti che dovevano recuperare il debito, ma pare che la data sia stata posticipata ad almeno il 23 settembre per via delle elezioni amministrative spostate al 20 dello stesso mese. Smentita dunque anche l’ipotesi di un rientro previsto tra il 10 ed il 15 settembre in base alle decisioni delle singole regioni. Per sapere quando si potrà tornare a scuola, dunque, bisognerà ancora attendere.

azzolina scorta