Fabrizio Corona gioia infinita, finisce così il suo incubo

Era un giorno importante questo per Fabrizio Corona, adesso può celebrare con gioia il risultato della sentenza tenutasi questa mattina.

Già ieri era sembrato che Fabrizio Corona fosse positivo riguardo l’esito della sentenza che lo attendeva questa mattina. Qualora fosse andata male, sarebbero stati aggiunti altri mesi di carcere alla sua condanna e sarebbe dovuto tornare dietro le sbarre. Tuttavia, intervenendo al programma della D’Urso domenica sera, era sembrato quanto mai fiducioso.

Leggi anche ->Fabrizio Corona rischia il ritorno in carcere, la mamma: “Adesso basta”

A ‘Live non è la D’urso‘, infatti, Fabrizio aveva dichiarato: “Domani c’è un’udienza importantissima per la mia vita, l’ennesima, in Cassazione a porte chiuse. Si decide se devo rifarmi i 9 mesi di pena che ho già fatto. Sono sereno, anche se questo è un momento particolare, ma voglio avere fede nella giustizia italiana e spero che per una le cose vadano come devono andare. Ho fatto più di sei anni dietro le sbarre, ora sono agli arresti domiciliari”.

Leggi anche ->Fabrizio Corona in manette, lo sfogo amaro: “Nessuno muove un dito”

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Fabrizio Corona, gioia infinita

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

HASTA LA VICTORIA SIEMPRE.VAMOS GUERRERO.E ANDIAMO CAZZO.

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) in data:

Sebbene al momento non ci siano dettagli a riguardo, l’ultimo post di Corona fa capire che tutto è andato per il verso giusto. L’ex re dei paparazzi, infatti, ha pubblicato un post in cui si vede una foto che lo ritrae esultante in aula e accanto si legge: “HASTA LA VICTORIA SIEMPRE.VAMOS GUERRERO.E ANDIAMO CAZZO”. La citazione del ‘Che’ sta ad indicare che non ha mai mollato e non ha mai smesso di crederci e da quello che aggiunge si deduce che è andato tutto come si aspettava. Anche i commenti dei fan vanno in questa direzione, come ad esempio quello di chi scrive: “DAJEEEEEEE FABBRIIII TI HO ASPETTATO TUTTA NOTTE GIUSTIZIA FATTA”.