Crispiano, la 17enne Chiara è scomparsa, l’appello: “Aiutatemi a trovarla”

Chiara Speciale, 17enne di Crispiano (Taranto), è scomparsa da un giorno: i genitori ed i parenti hanno chiesto aiuto agli amici e ai concittadini.

Uscita con le prime luci del mattino da casa, la 17enne Chiara Speciale sarebbe dovuta tornare a casa verso ora di cena. Quando la ragazza non ha fatto ritorno, il padre, Piero, ha cominciato a preoccuparsi ed ha cercato di contattarla al telefono. La figlia, però, non gli ha risposto e la sua preoccupazione è aumentata al punto da spingere il genitore a chiedere aiuto sui social.

Leggi anche ->Ragazza scomparsa, ha 14 anni. Il padre: “Viviamo da soli, lei è tranquilla” – FOTO

Il timore è che trovandosi da sola fuori, qualcuno possa averle fatto del male o l’abbia rapita. Tuttavia è possibile che quello di Chiara sia un’allontanamento volontario. Sul proprio profilo Facebook, Piero chiede con garbo a chiunque abbia informazioni di contattarlo per fare tornare la figlia a casa: “Ragazzi se qualcuno ha informazioni/notizie di mia figlia Chiara sarei grato. Contattatemi in privato!”. Per permettere anche a chi non la conoscesse di poter dare una mano, al messaggio l’uomo allega una foto recente della figlia. L’appello del padre preoccupato è già stato condiviso 9mila volte nel giro di un paio di ore.

Leggi anche ->Ragazza uccisa | arrestato il fidanzato dopo 4 anni | ammazzò anche il cane

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Chiara è scomparsa da ieri sera, si è allontanata volontariamente?

Che si possa trattare di un allontanamento volontario, magari legato a qualche incomprensione con i genitori, lo fa supporre il messaggio che sempre ieri sera ha condiviso una parente dell’adolescente. Questa infatti ha scritto su Facebook un messaggio diretto alla ragazza: “Chiara, se stai leggendo, di sicuro sì, perché voi ragazzi non sapete vivere senza cellulare, manda un messaggio ai tuoi, penso che bastino tutte le preoccupazioni di una notte e un giorno, loro ti amano, come te lo devono dimostrare?”.

Gestione cookie