Nonnismo | le prove di Giulia Schiff contro l’Aeronautica | VIDEO

La ribellione agli episodi di nonnismo costano a Giulia Schiff mesi di punizioni ingiuste a suo dire da parte dell’Aeronautica. E lei denuncia tutto.

nonnismo Giulia Schiff
Nonnismo Giulia Schiff contro la Aeronautica Militare Foto dal web

Fece molto discutere mesi fa la vicenda di Giulia Schiff, 21enne sergente della Aeronautica militare espulsa dopo avere denunciato diversi atti di nonnismo ai suoi danni. La ragazza frequentava l’Accademia di Pozzuoli e dichiarò di avere subito delle lesioni nel corso di quello che viene chiamato ‘battesimo del volo’.

LEGGI ANCHE –> Emanuele Scieri | ipotesi della Procura sulla morte | “Ucciso da tre caporali”

Giulia, originaria di Venezia, finì con l’inimicarsi i suoi superiori e molti altri cadetti, al punto da essere espulsa nel corso del 2018. La giustificazione ufficiale fu “inettitudine militare”, ma il Consiglio di Stato accolse il suo ricorso. Soltanto che da allora la ragazza ha trascorso “mesi di inferno”, come da lei stessa dichiarato. E adesso arriva una nuova bocciatura, sempre motivata da presunte intemperanze comportamentali, stando al responso dei suoi superiori. Ma ora farà seguito una nuova battaglia: Giulia si è rivolta alla Procura Militare di Roma dove ha presentato una denuncia penale per avere ricevuto continue ed ingiuste punizioni ed emarginazioni. Il suo avvocato parla di un caso di netto abuso di autorità, frutto di quella vecchia ribellione al nonnismo che in quegli ambienti vige da sempre, a detta anche di diversi altri cadetti in passato. E che ha fatto anche delle vittime.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Militare ucciso | “Emanuele Scieri morto durante una punizione”

Nonnnismo, la vicenda di Giulia Schiff

Coinvolte in questa vicenda sono anche la Procura Militare di Roma, come detto, e quella di Latina, dove si trova la scuola di volo del cosiddetto ‘battesimo’. Si tratta di una tradizione che termina poi con un bagno nella piscina denominata “del pinguino” da parte del cadetto che punta alla promozione nell’Aeronautica. Entrambe le procure indagano contro 8 commilitoni di Giulia Schiff per violenza privata e lesioni militari aggravate e sono già partiti gli avvisi di garanzia, lo scorso 29 maggio. La Schiff venne allontanata dall’Aeronautica a settembre del 2018 salvo poi inoltrare ricorso. Il suo ritorno è datato a luglio del 2019 in attesa di un giudizio definitivo sul suo caso. Da allora però lei denuncia una sistematica ostruzione ai suoi danni proprio quando le mancava pochissimo alla nomina ufficiale a pilota.

Per i vertici militari lei sarebbe del tutto inadatta

Il capo di Stato maggiore delle Scuole dell’aeronautica militare scrive sul suo conto di ritenerla priva dei presupposti per avviare Giulia Schiff ad “ulteriori attività presso le suddette Scuole di volo militari”. E lei parla di un inferno del quale non può descrivere nulla per via del vincolo del silenzio. La stessa Accademia elenca diverse punizioni inflittele per presunte mancanze, quali uso non consentito del cellulare, divisa in disordine, postura scomposta nei pasti in mensa, ritardi, mancanze di rispetto e così via. Ed alla fine nessuno più di lei nel corso dell’intera storia della Aviazione italiana ha collezionato più richiami e castighi.

Ci sarebbero le prove a favore delle tesi di Giulia

I suoi superiori insistono nel parlare di un soggetto indisciplinato ed inadatto alla carriera militare. E Giulia, che sin da bambina sogna di volare sui jet, tace ma cerca e cercherà a tutti i costi di difendere il proprio buon nome, cercando di fare emergere quelli che definisce dei soprusi a suo danno. A sostegno di ciò, la ragazza avrebbe prodotto da sé delle registrazioni segrete nella quale alcuni soggetti parlerebbero di come rovinarla, con alcuni suoi superiori minacciare i cadetti che avrebbero solidarizzato con lei. E circola anche un video del cosiddetto ‘battesimo del volo’ che la vede malcapitata protagonista.

Gestione cookie