“È colpa della Cina” | “origine del Coronavirus da un incidente di laboratorio”

L’ex capo della Intelligence britannica parla di una presunta ricerca sull’origine del Coronavirus che inchioderebbe Pechino alle proprie responsabilità.

origine Coronavirus
Accuse Cina origine Coronavirus FOTO Getty Images

L’ex capo dei servizi segreti inglesi dell’MI6, Sir Richard Dearlove, accusa apertamente la Cina di avere causato l’origine e l’espansione del Coronavirus. E lo fa attraverso un intervista rilasciata al tabloid britannico ‘Telegraph’.

LEGGI ANCHE –> Mettiti la mascherina, la signora si infuria: rissa in treno VIDEO

“Il virus è di creazione artificiale, l’hanno sviluppato scienziati cinesi in un loro laboratorio ma per colpa di un incidente si è propagato prima nel loro Paese e poi nel resto del mondo”. Parole che Dearlove ha rilasciato a seguito di una ricerca incrociata britannica e norvegese che non è ancora di dominio pubblico. Da questa verrebbero fuori indicazioni relative alla sequenza genetica del Covid che apparirebbe come condizionata dall’intervento dell’uomo. “Alcuni elementi chiavi potrebbero non essersi evoluti in maniera naturale”. Fino ad oggi è idea comune della comunità scientifica che il Coronavirus abbia origine naturale con un salto di specie da alcuni animali selvatici all’uomo. Nonostante le dichiarazioni di chi afferma che si tratti di una creazione di laboratorio pur senza fornire le prove di tutto ciò.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Sperlonga, turista in spiaggia con 39.2 di febbre: respinta al termoscanner

Origine Coronavirus, ci sono dei dubbi su quanto affermato da Dearlove

Sir Dearlove è convinto che gli scienziati cinesi abbiano condotto degli esperimenti segreti su dei pipistrelli in un laboratorio di biosicurezza di Wuhan. Ma poi, a causa di un incidente, l’agente patogeno è sfuggito dal controllo. E per quanto riguarda un vaccino lo stesso ex capo della intelligence di Sua Maestà afferma che “qualunque sforzo sarebbe vano”. La sua idea sarebbe che la Cina dovrebbe addossarsi ogni responsabilità e risarcire il mondo intero per quanto fatto. Ma queste dichiarazioni fanno discutere perché basate su dei documenti ancora non esaminabili. Anzi, secondo alcuni, tali prove non vedranno mai la luce e queste affermazioni di Dearlove sarebbero giunte soltanto per destare scalpore. Addirittura uno dei firmatari di questa ricerca alla quale fa riferimento lo stesso Dearlove avrebbe chiesto ufficialmente che il suo nome possa essere ritirato dalla stessa in quanto minerebbe alla sua reputazione.

LEGGI ANCHE –> Due bambini positivi al Covid-19 nella scuola appena riaperta: scatta il panico

Gestione cookie