Maddie McCann è morta, l’annuncio del procuratore: il pedofilo era in Italia

Nuove informazioni sul caso di Maddie McCann, bambina scomparsa in Portogallo nel 2007. Per le autorità il sospettato è un tedesco detenuto in carcere. 

Pensiamo che Maddie sia morta“, così dichiara il procuratore tedesco che indaga sull’ultima pista nel caso di una bambina inglese, Madeleine McCann, scomparsa in Portogallo nel 2007, quando aveva solo tre anni. Per le autorità il sospettato numero uno si chiama Christian Brueckner, di 43 anni, ed è detenuto in carcere.

Leggi anche -> Bambina scomparsa | la polizia diffonde una nota urgente | FOTO

Brueckner starebbe scontando una pena di 7 anni di prigionia per aver violentato una turista americana in Algarve nel 2005. Gli sviluppi fanno sperare alla famiglia inglese, che ha perso la propria figlia 13 anni fa, di essere prossimi alla conclusione. “L’Ufficio del procuratore di Braunschweig sta indagando sul 43enne tedesco per omicidio. Da questo si capisce che noi riteniamo che la bambina sia morta“, ha confermato il procuratore di Stato di Braunschweig Hans Christian Wolters. Secondo il Daily Mail, Brueckner, pregiudicato tedesco, ha precedenti per abusi su minori e avrebbe raccontato a un amico “di sapere tutto” sulla scomparsa di Maddie McCann. Per le autorità tedesche si tratta di un caso di omicidio, i detective britannici invece indagano ancora il caso come ‘persona scomparsa’.

Leggi anche -> Al Bano | “La scomparsa di mia figlia Ylenia una tragedia enorme”

La confessione di Christian Brueckner

Durante una serata alcolica Brueckner avrebbe confessato a un suo amico di sapere i dettagli sulla sparizione di Madeleine, che aveva tre anni quando è scomparsa il 3 maggio del 2007 a Praia da Luz, in Portogallo. Il 43enne tedesco, in prigione perché condannato di stupro ai danni di una turista americana di 72 anni, avvenuto nel 2005 in Algarve, avrebbe parlato del caso dopo aver visto la foto di Maddie in tv in un pub. L’uomo ha riferito l’accaduto alla polizia raccontando che dopo l’apparente confessione, l'”amico” gli avrebbe mostrato un video in cui violentava una donna. Dopo il testimone ha informato le autorità, che da quel momento collegano il tedesco al caso di Maddie, per cui oggi è il sospettato numero uno.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI!