Home News Step Up Revolution: chi è Ryan Guzman, protagonista maschile

Step Up Revolution: chi è Ryan Guzman, protagonista maschile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:38
CONDIVIDI

Chi è Ryan Guzman, attore e modello che è il protagonista maschile del film Step Up Revolution sul mondo della danza.

(Rebecca Sapp/Getty Images for Backstage Creations)

Texano 1987, nato ad Abilene da padre messicano e madre statunitense ma di origine europea, Ryan Guzman è cresciuto a Sacramento, città natale di sua madre e qui ha frequentato il Sierra College, prima di diventare attore.

Leggi anche –> Step Up Revolution: chi è Kathryn McCormick, protagonista femminile

Nella sua lunga gavetta prima di trovare il successo ha lavorato come modello e ha praticato arti marziali. La sua prima esperienza è stata come assistente alla produzione, poi ha avuto una serie di ruoli più o meno importanti.

Leggi anche –> Jennifer Lopez, fisico perfetto a 50 anni: quali sono i suoi segreti

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

Cosa sapere su Ryan Guzman, carriera e curiosità

Tra questi, nel 2012 ha interpretato Sean nel film Step Up Revolution, dedicato al mondo della danza. Nel 2013 entra invece a far parte del cast della serie TV Pretty Little Liars. L’anno dopo, è stato scelto per interpretare Rio nel film tratto dal cartone animato anni ottanta Jem e le Holograms. Contrariamente a Kathryn McCormick, protagonista anche lei di Step Up Revolution, è stato confermato nel successivo Step Up: All In e ha avuto molte più esperienze su piccolo e grande schermo.

Ad esempio, nel 2015 ha recitato accanto a Jennifer Lopez, popstar e attrice molto nota e amata a livello internazionale, nel cast di Il ragazzo della porta accanto, thriller psicologico diretto da Rob Cohen. Sempre nel 105 è stato inserito nel cast della miniserie Heroes Reborn interpretando Carlos Gutierrez. Quindi è tra i protagonisti di Notorius, una serie che comunque non ha avuto grande successo. Ha fatto parte del cast di Armed, regia di Mario Van Peebles, quindi della serie tv 9-1-1. Nel maggio 2020, è stato al centro di una polemica per presunte espressioni razziste.