Home News Evasione Roma | detenuti fuggono con lenzuola e scavalcando un muro

Evasione Roma | detenuti fuggono con lenzuola e scavalcando un muro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:34
CONDIVIDI

La polizia scopre soltanto dopo ore una evasione a Roma nel carcere di Rebibbia. È caccia a due detenuti fuggiti nel più classico dei modi.

evasione Roma
Rocambolesca evasione Roma Foto dal web

Evasione a Roma nel carcere di Rebibbia. Due detenuti del penitenziario della Capitale sono riusciti a fuggire e ce l’hanno fatta nel più classico dei modi. Ovvero sono riusciti a scavalcare un muro di cinta per poi calarsi con una corda artigianale realizzata annodando delle lenzuola.

LEGGI ANCHE –> Marco Erittu, chi è l’uomo ucciso in carcere per strangolamento: cosa è successo

Ed ora è caccia all’uomo. I fuggiaschi sono un 40enne di cittadinanza italiana nativo di Olbia ed un 46enne di nazionalità croata. Entrambi sono di etnia rom. Le forze dell’ordine hanno diffuso anche i loro nomi. Si tratta del 40enne Davad Zukanovic e del 46enne Lil Ahmetovic. Per scappare i due nomani hanno anche segato le sbarre della loro cella. Poi si sono calati dalla stessa fin nel cortile attiguo e da lì hanno scavalcato il muro di cinta della struttura detentiva. Purtroppo ci si è accorti dell’evasione avvenuta nel carcere di Roma solamente diverse ore dopo rispetto a quando è andato in scena l’episodio.

Se vuoi seguire tutte le nostre notizie in tempo reale CLICCA QUI

LEGGI ANCHE –> Violenze | picchia e stupra moglie e figli | ora è fuori dal carcere

Evasione Roma, come hanno fatto i due carcerati a scappare

Si pensa che i due siano evasi tra questa notte e l’alba. Ma l’allarme è scattato soltanto verso mezzogiorno. I due erano in carcere per dei reati compiuti contro la pubblica amministrazione ed il patrimonio. La polizia sta setacciando le zone attigue a Rebibbia, comprese stazioni, aeroporti e campi nomadi. A favorire la fuga dei due ha concorso anche un guasto od un mancato funzionamento di quello che è il sistema anti-scavalcamento. Inoltre non erano presenti delle sentinelle a pattugliare il perimetro del carcere. Il sindacato della Polizia Penitenziaria attribuisce questa vicenda alle mancanze alle quali si trova costretto l’intero corpo. Tra mancanza di personale, smantellamento delle politiche di sicurezza e quant’altro, le difficoltà quotidiane da gestire sono enormi. Il sindacato lamenta in particolare la mancanza di almeno 7mila agenti.

LEGGI ANCHE –> Moglie uccisa | il giudice lo fa uscire dal carcere | la finì a morsi