Home Idee di viaggio Le regole anti Coronavirus da seguire quando si va a fare trekking

Le regole anti Coronavirus da seguire quando si va a fare trekking

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02
CONDIVIDI

Le regole da seguire quando andiamo a fare trekking in questa fase 2 di convivenza con il Coronavirus. La Regione Liguria aggiorna le sue guide per far fronte alla pandemia.

Trekking d’autunno (iStock)

Per via dell’emergenza coronavirus tutta Italia si sta mobilitando affinché le linee guida per la sicurezza e per evitare il contagio vengano rispettate. Anche per quanto riguarda le vacanze in montagna, le passeggiate e il trekking ci sono, infatti, una serie di attenzioni da rispettare e la regione Liguria ha pubblicato un PDF scaricabile e consultabile on-line in cui vengono stabilite tutte le linee guida da seguire.

Le regole di sicurezza in montagna post Coronavirus

In linea generale le regole da seguire in montagna o quando si fa a camminare sono le stesse che conosciamo già e mettiamo in pratica tutti i giorni. Utilizzare la mascherina, ad esempio andrebbe fatto anche sui sentieri. Inoltre bisogna non dimenticare anche la distanza sociale che va rispettata e non bisogna infatti invadere la sfera personale degli altri e mantenere quindi la distanza di un metro con tutti gli altri del gruppo con cui si è deciso di andare a fare trekking. Sul documento della Regione, Liguria, leggiamo poi che è importante e concedere la precedenza a chi scende e quindi facilitare il passaggio di altre persone spostandosi e arretrando il giusto per la distanza

Garantire la sicurezza e scegliere percorsi non affollati

È importante poi chiaramente anche seguire tutte le linee guida normali di rispetto e sicurezza che vengono messe in pratica in montagna. Dal non lasciare rifiuti allo scegliere i giusti percorsi per se stessi senza mettersi in difficoltà. Inoltre si può anche scaricare l’app mobile di sicurezza che si chiama 112 Where are you, una app gratuita che permette di inviare 112 i propri dati di localizzazione e altre informazioni incluse nella app in maniera molto più immediata qualora si abbia bisogno di aiuto.

Dormire nei rifugi post Coronavirus?

Trekking (foto dal web)

Per quanto riguarda poi sempre le direttive per il Coronavirus. Bisogna ricordarsi anche di lavarsi le le mani, pianificare le escursioni ed evitare almeno in questa fase tutti quei percorsi che sono considerati troppo frequentati che vi porterebbero quindi a rischio maggiore di incrociare altre persone. Quando si potrà nuovamente accedere alle strutture ricettive come i rifugi è importante eseguire anche in questo caso da parte vostra tutte le regole di salute e sicurezza. Ricordandosi magari qualche accortezza in più come, ad esempio, portarsi un sacco lenzuolo o un sacco a pelo dove dormire.

Francesco Conidi